logo

Sta arrivando l'onda colorata del tifo

Davanti ai maxischermi in Ticino dominerà il rossocrociato e mancherà l'azzurro – Ecco dove si riuniranno le varie comunità

Archivio CdT
 
13
giugno
2018
12:26
Giuliano Gasperi

LUGANO - Ormai ci siamo. Il calcio d'inizio è vicino e la "macchina" del tifo è avviata. Lo è a livello organizzativo, con ritrovi, feste e maxischermi in varie località del cantone. Lo è anche nel cuore dei supporter, che non vedono l'ora di assistere ai primi gol e di analizzare più o meno profondamente le partite. Gli occhi sono ovviamente puntati sulla Svizzera, ma non solo. Sono tanti in Ticino gli stranieri che sosterranno le nazionali dei loro Paesi di origine, oppure che divideranno il cuore in due: una parte sarà rossocrociata e una dipinta con altri colori. Sul Corriere di oggi abbiamo fatto il punto sui ritrovi delle varie comunità, su cosa verrà organizzato nei distretti, sulle raccomandazioni della polizia e sugli appuntamenti con Radio 3i e TeleTicino.

Non saranno «notti magiche», ricordando la canzone dei mondiali italiani, ma fra una manciata di ore tanti altri cuori staranno «inseguendo un gol». Certo, l'assenza della nazionale azzurra in Russia avrà il suo peso nelle piazze ticinesi, sia in termini di "movida" sia per gli esercenti che hanno investito in casette e bancarelle varie sperando che le squadre dei loro clienti restino in gioco il più a lungo possibile. Ma sarebbe riduttivo limitare tutto a una questione d'incassi e di caroselli (occhio, che la polizia ha già pronto un bel plico di cartellini gialli e rossi). Uno dei significati del calcio e dello sport in genere – cioè: non importa da dove veniamo, in campo parliamo tutti la stessa lingua – può essere vissuto anche dal punto di vista dei tifosi: non importa che bandiera sventoliamo, gioiamo tutti per un gol fatto e ci disperiamo tutti per uno mancato, o subito. Perché non provare allora a guardare una partita in mezzo ai supporter di un'altra squadra? Il Ticino ospita diverse comunità straniere. Non tutte hanno deciso di riunirsi per il grande evento, ma qualcosa qua e là abbiamo scovato.

Prossimi Articoli

Operai dell'edilizia in piazza a Bellinzona

La manifestazione organizzata da OCST e UNIA ha incanalato il dissenso per il rinnovo del contratto nazionale mantello - LE FOTO

EOC, una rete per i pazienti più fragili

L'organizzazione che gestisce gli ospedali ticinesi entra nella Swiss Hospitals for Equity

Edizione del 16 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top