logo

Il World Tamil Coordinating Comitee non è un'organizzazione criminale

La Corte del TPF ha iniziato a pronunciare pene privative della libertà sospese con la condizionale per i 13 presunti fiancheggiatori in Svizzera dell'organismo

Zocchetti
 
14
giugno
2018
12:11
Red. Online

BELLINZONA - Il Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona non ritiene il World Tamil Coordinating Comitee (WTCC) un'organizzazione criminale. I 13 imputati, presunti fiancheggiatori in Svizzera delle Tigri tamil dello Sri Lanka (LTTE), hanno ricevuto pene privative della libertà sospese con la condizionale o sono stati assolti oggi dalla corte.

Le accuse di sostegno e partecipazione a un'organizzazione criminale avanzate dal Ministero pubblico della Confederazione (MPC) al termine di un procedimento durato nove anni non hanno dunque retto.

Il TPF ha infatti scagionato tutti gli interessati da questo capo d'imputazione, accogliendo inoltre solo in parte le richieste di condanna per reati finanziari. Cinque accusati sono stati assolti con formula piena. Per il loro coinvolgimento nel caso, sono stati loro attribuiti degli indennizzi per riparazione morale.

Articoli suggeriti

Tigri tamil, oggi la sentenza

Al Tribunale penale federale di Bellinzona sarà pronunciato il verdetto nei confronti dei tredici presunti fiancheggiatori dell'organizzazione

Processo alle Tigri tamil, per la difesa è politico

Sono proseguite le arringhe davanti al Tribunale penale federale

“Raccolsero 15 milioni per la guerriglia”

Si è concluso dopo otto settimane il processo ai presunti fiancheggiatori in Svizzera dell'organizzazione srilankese - Per la difesa le accuse sono sproporzionate - Il verdetto è previsto il 14 giugno

Edizione del 19 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top