logo

Secondo tubo, il via libera del Cantone

Il Consiglio di Stato scrive a Berna e dà preavviso favorevole al progetto esecutivo di risanamento della galleria del San Gottardo

Reguzzi
 
10
settembre
2018
06:00
Massimo Solari e Spartaco De Bernardi

BELLINZONA - Dal Ticino giunge il via libera al progetto esecutivo del Dipartimento federale dell'ambiente, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) per la realizzazione del secondo tubo della galleria autostradale del San Gottardo. A comporre il dossier inviato negli scorsi giorni dal Consiglio di Stato a Berna sono quasi sessanta pagine, arricchite dall'avviso cantonale e in particolar modo dall'esame d'impatto ambientale allestito dai servizi del Dipartimento del territorio. Un documento che sonda ogni aspetto del cantiere che andrà a rivoluzionare il comparto di Airolo a partire – stando alla tabella di marcia allestita dal Consiglio federale – dal 2020. Molteplici gli ambiti toccati: dalla pianificazione territoriale alle ricadute in termini di mobilità, energia e soprattutto protezione dell'ambiente. Sono passati due anni e mezzo dal sì popolare al risanamento del tunnel e la procedura federale di approvazione dei piani si trova ora nella terza e decisiva fase.

Prossimi Articoli

Avvocati e licenze facili in Ticino? “Possibile”

In Italia 500 laureati sono indagati perché, in Spagna, avrebbero pagato per entrare nell’albo - Anche da noi c'è chi solleva sospetti e chiede controlli

“Una grande delusione, il progetto ora si blocca”

Il direttore del DECS Manuele Bertoli commenta la decisione negativa dei ticinesi sulla sperimentazione de "La scuola che verrà"

“La scuola che verrà” non ha passato l'esame

Il credito per la sperimentazione delle riforma è stato bocciato con il 56.7% dei contrari - Tra i Comuni interessati solo Tesserete ha votato a favore - Partecipazione al 40%

Edizione del 23 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top