logo

Il nuovo Patriziato di Arogno e Bissone può nascere

I cittadini chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre avevano confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi

CdT
 
08
novembre
2018
14:52
Red. Online

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha decretato l'aggregazione dei Patriziati di Arogno e Bissone. I cittadini patrizi, chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre, hanno confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi. Preso atto di questo responso, il Consiglio di Stato ha quindi decretato formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone. Grazie all'unione delle loro forze, i cittadini patrizi dei due Enti aggregati potranno continuare a salvaguardare e promuovere i propri beni a beneficio della collettività. Il Governo, che tramite il Dipartimento delle istituzioni ha accompagnato e sostenuto passo dopo passo la procedura di aggregazione, esprime piena soddisfazione per l'esito finale positivo. Questa aggregazione si inserisce, infatti, nella strategia cantonale di promozione e valorizzazione dei Patriziati quali Enti locali fondamentali e sussidiari nei confronti dei Comuni. L'elezione dell'Ufficio patriziale, che determinerà formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone, è prevista a inizio 2019.

Prossimi Articoli

Errori medici e “fuga” di collaboratori

Il granconsigliere Omar Terraneo interroga il Governo sul "quasi sbaglio" durante un intervento a "La Carità" di Locarno e chiede lumi sulle defezioni di personale con laurea svizzera nell'EOC

Cassa malati, cambiare o non cambiare?

Si avvicina il termine per passare a un nuovo assicuratore, ma ne vale davvero la pena?

Argo 1: verso un decreto di abbandono

Chiusura dell'istruzione penale, il procuratore generale propende per il proscioglimento dei quattro imputati Blotti, Scheurer, Sansonetti e Grillo

Edizione del 21 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top