Case anziani ticinesi: Merlani non esclude maggiori misure di sicurezza

Pandemia

Nella struttura di Balerna identificata la variante inglese del virus - Il medico cantonale: «Un brutto colpo»

Case anziani ticinesi: Merlani non esclude maggiori misure di sicurezza
Giorgio Merlani. ©CDT/Chiara Zocchetti

Case anziani ticinesi: Merlani non esclude maggiori misure di sicurezza

Giorgio Merlani. ©CDT/Chiara Zocchetti

La variante inglese del virus ha colpito il Ticino. E nonostante tutte le misure messe in atto, ha colpito proprio dove fa più male: in una casa per anziani di Balerna. Il test effettuato su un residente del centro comunale, risultato positivo a fine dicembre al SARS-CoV-2, ieri ha confermato la compatibilità con la nuova mutazione. Tamponi effettuati sui residenti e personale avevano evidenziato che circa metà del personale e tre quarti degli anziani erano risultati positivi. Anche questo aveva destato dubbi, confermando poi la variante inglese. «Stiamo monitorando a fondo tutte le persone che rientrano dalla Gran Bretagna o che hanno avuto un contatto sospetto: trovare la variante all’interno di una casa per anziani è quindi stato un brutto colpo» racconta Giorgio Merlani, medico cantonale....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    Una matassa da sbrogliare sul congedo parentale

    Politica

    La norma approvata dal Parlamento continua a far discutere: c’è grande incertezza giuridica sulla sua applicazione poiché potrebbe non essere conforme al diritto superiore - Il Giura lo scorso anno ha depositato un’iniziativa alle Camere federali per chiedere di concedere ai Cantoni la competenza in materia

  • 4

    Finalmente una rotonda alla Migros di Taverne

    Mobilità

    Inizieranno a breve i lavori sulla strada cantonale - Si vuole sistemare una volta per tutte la viabilità - Il ponte sul Vedeggio sarà pronto in maggio e il Comune continua a sperare in una nuova fermata ferroviaria alla Riseria

  • 5

    «Test in azienda per tutti, non solo sui frontalieri»

    pandemia

    Il direttore di AITI Stefano Modenini si dice favorevole ad aumentare i tamponi rapidi sui lavoratori, ma respinge l’ipotesi di un controllo sistematico al confine: «Si rischia di paralizzare il cantone, creando tensioni con l’Italia»

  • 1
  • 1