Arrivano le vacanze e il prezzo della benzina sale

Italia

Aumentano i prezzi dei carburanti nella Penisola, la verde mai così alta da due anni: caduto l’obbligo di tampone, chi abita al confine potrebbe risparmiare facendo rifornimento in Svizzera

Arrivano le vacanze e il prezzo della benzina sale
©Shutterstock

Arrivano le vacanze e il prezzo della benzina sale

©Shutterstock

Mentre si avvicinano le vacanze estive salgono i prezzi dei carburanti in Italia. Secondo i dati settimanali del Ministero dello sviluppo economico, elaborati sulla media dell’ultima settimana, la benzina in modalità è arrivata a 1,6 euro al litro, il diesel è invece a 1,5 euro. Per la verde si tratta del livello massimo da quasi due anni, ovvero dal luglio del 2019, mentre per il diesel il prezzo è il più alto da febbraio del 2020. Negli scorsi giorni gli esercenti delle Province di confine avevano chiesto alle istituzioni di reintrodurre la Carta sconto, temendo che molti automobilisti, una volta caduto l’obbligo del tampone, sarebbero andati in massa in Svizzera a fare rifornimento. Il confronto prezzi tra Svizzera e Italia ci dice che un automobilista italiano attraversando il confine può arrivare a risparmiare anche più di 9 euro su 50 litri di benzina. Le differenze tra i due Paesi, a dipendenza del tipo di carburante, oscillano tra gli 11 e i 23 centesimi circa a favore della Confederazione. Questo non vale per il diesel.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1