Clienti senza pass ma con una saletta riservata: chiusi due ristoranti a Marchirolo

Confine

I carabinieri del nucleo di Luino hanno disposto la sospensione temporanea di due locali orientali – Sanzioni per oltre 100 mila euro

Clienti senza pass ma con una saletta riservata: chiusi due ristoranti a Marchirolo
© Shutterstock

Clienti senza pass ma con una saletta riservata: chiusi due ristoranti a Marchirolo

© Shutterstock

Venerdì sera movimentato due ristoranti di Marchirolo, una meta frequentata anche da diversi clienti ticinesi. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Luino, si legge su Varesenews, hanno controllato alcuni locali per verificare il rispetto delle normative anti COVID-19. In particolare, le autorità hanno controllato se gli avventori fossero o meno in possesso del green pass.

Aiutati dal nucleo Ispettorato del lavoro e dagli ispettori della direzione provinciale, i carabinieri si sono concentrati su due ristoranti orientali di Marchirolo. Sono emerse una serie di violazioni. In entrambi i locali, infatti, sono stati fatti entrare clienti sprovvisti di certificazione. Clienti che, scrive ancora Varesenews, sono stati fatti accomodare in una parte del ristorante allestita e riservata esclusivamente per loro.

Perfino uno dei titolari, rimarca il sito, era sprovvisto di green pass mentre in totale sono stati sedici i clienti multati. Sono state inoltre riscontrate altre gravi violazioni, fra cui la presenza di cinque lavoratori in nero di cui uno clandestino. In totale sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 100 mila euro mentre l’attività dei due ristoranti è stata sospesa per i prossimi cinque giorni. Proseguono, per contro, gli accertamenti per verificare se fra le persone controllate ci siano posizioni irregolari in merito al reddito di cittadinanza.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 2

    Chiede vagoni per donne: «Piovono firme, è virale»

    Il fenomeno

    Una petizione avviata in rete vuole che le carrozze in testa ai treni non siano accessibili agli uomini - La promotrice, Greta Achini: «Non me l’aspettavo, sono sorpresa. Ma è positivo, si sta avviando un dibattito che forse porterà a compiere qualche passo nella direzione giusta»

  • 3

    Lavena Ponte Tresa abbraccia il super green pass

    Frontiera

    In Italia è in vigore la regola del «2G» (vaccinati o guariti) anche nei ristoranti: «Non si guadagna come prima, ma riusciamo a stare in piedi. Sempre meglio di quando avevamo dovuto chiudere durante il confinamento» – Viaggio tra i volti e le voci degli esercenti nella località oltre il confine

  • 4

    «L’incendio di Milano? Qui è impossibile»

    L’intervista

    Un edificio nella metropoli lombarda prende fuoco «come un fiammifero» — «Ci vuole poco per evitare una catastrofe simile, basta usare i materiali giusti», avverte l’esperta SUPSI: «In Svizzera un disastro così è improbabile»

  • 1
  • 1