Dai ristorni quasi 14 milioni per 4 province italiane

Lo comunica il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, sottolineando che questo dato, riferito all'anno fiscale 2016, "conferma la bontà dell'accordo del 1974, che resta più che mai valido"

Dai ristorni quasi 14 milioni per 4 province italiane
Immagine tematica d'archivio

Dai ristorni quasi 14 milioni per 4 province italiane

Immagine tematica d'archivio

MILANO - Ammonta a 13,87 milioni di euro la somma derivante dal ristorno fiscale delle tasse pagate in Svizzera da lavoratori frontalieri lombardi per l'anno fiscale 2016 e assegnata dalla Regione alle Province di Varese, Como, Lecco e Sondrio.

Lo comunica in una nota il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, sottolineando che "l'attribuzione dei ristorni fiscali relativi al 2016 conferma la bontà dell'accordo del 1974, che resta più che mai valido e attuale".

L'auspicio, pertanto, "è che oltre a Regione Lombardia, anche lo Stato italiano metta in campo ogni iniziativa utile nei confronti della Confederazione Elvetica a tutela dei nostri cittadini e dei Comuni italiani, mantenendo in vigore le condizioni contenute in tale accordo".

Solo alla Provincia di Varese, che conta 35 mila frontalieri a fronte di 64 mila totali, spettano 7,8 milioni di euro, mentre a Como vanno 5.881.982 euro.

"Con questi contributi - evidenzia la vicepresidente del Consiglio Francesca Brianza - le varie realtà territoriali potranno mettere in opera importanti lavori infrastrutturali, di manutenzione, riqualificazione e potenziamento del trasporto pubblico locale".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Confine
  • 1