«Frontalieri contagiati: in Ticino servivano misure rigide come in Lombardia»

Coronavirus

La dottoressa Daniela Baratelli di Carlazzo avvisa i suoi pazienti italiani di prestare maggiore attenzione quando si passa il confine con la Svizzera: «Capisco il bisogno di lavorare, ma la salute viene prima» - VIDEO

«Frontalieri contagiati: in Ticino servivano misure rigide come in Lombardia»
© CdT/Putzu

«Frontalieri contagiati: in Ticino servivano misure rigide come in Lombardia»

© CdT/Putzu

La dottoressa Daniela Baratelli di Carlazzo nei giorni scorsi ha chiesto ai suoi pazienti, residenti nelle zone di confine italiane, di fare attenzione in quanto la vicinanza con la Svizzera starebbe esponendo i frontalieri a «contatti continui con gente positiva irresponsabile». Dichiarazioni che hanno scatenato polemiche da ambedue i lati del confine, ma che la dottoressa continua a sostenere, come spiega in un’intervista telefonica al Corriere del Ticino.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1