Frontalieri, l’accordo tolto dal cassetto

confine

Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge di ratifica dell’intesa siglata un anno fa - Il nuovo regime fiscale dovrebbe quindi entrare in vigore nel 2023 - Alessandro Alfieri: «Rispetteremo - gli impegni presi» - Andrea Puglia: «Da Roma un segnale istituzionale importante verso la Svizzera»

Frontalieri, l’accordo tolto dal cassetto
© CdT/Gabriele Putzu

Frontalieri, l’accordo tolto dal cassetto

© CdT/Gabriele Putzu

L’accordo sulla fiscalità dei frontalieri fa un deciso passo avanti sul fronte italiano. Ieri, il Consiglio dei ministri ha infatti approvato il disegno di legge di ratifica dell’intesa siglata il 23 dicembre dello scorso anno. Il documento passerà adesso all’esame delle commissioni Esteri e Finanze di Camera e Senato prima di essere votato dalle due assemblee parlamentari.

Tempistica rispettata

Il via libera definitivo in Italia dovrebbe arrivare nel corso del 2022 e l’intesa entrare in vigore, così come previsto, nel 2023. Lo conferma Alessandro Alfieri, capogruppo del PD in commissione Esteri del Senato. «Quella di oggi, rappresenta una tappa del percorso di ratifica». Il documento passerà ora al vaglio delle Camere. «Le tempistiche, in tutti i casi, sono confermate», assicura il senatore....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 2

    Prosegue la formazione congiunta con l’Italia

    SICUREZZA

    Si è aggiunto un ulteriore tassello nel lavoro che vede impegnate le forze dell’ordine nell’ambito dell’accordo sulla cooperazione di polizia e doganale entrato in vigore nel novembre 2016 – Obiettivo: rafforzare in maniera integrata e ancor più efficace la lotta ai fenomeni criminali nelle zone di confine

  • 3

    Como, accoltella la moglie con una spada

    Confine

    È in prognosi riservata una 55.enne gravemente ferita dal marito nel giorno dell’Epifania: nella loro casa in centro città la polizia ha sequestrato cinque spade, tra cui una katana giapponese e circa 40 grammi di marijuana

  • 4
  • 5

    Chiede vagoni per donne: «Piovono firme, è virale»

    Il fenomeno

    Una petizione avviata in rete vuole che le carrozze in testa ai treni non siano accessibili agli uomini - La promotrice, Greta Achini: «Non me l’aspettavo, sono sorpresa. Ma è positivo, si sta avviando un dibattito che forse porterà a compiere qualche passo nella direzione giusta»

  • 1
  • 1