Il luogo dove aiutava tutti sarà per sempre di don Roberto

Como

A un anno esatto dall’omicidio del parroco, la Città sul Lario gli dedicherà la piazzetta davanti alla sua parrocchia - È il posto da dove ogni mattina partiva per portare la colazione ai senzatetto - Settimana prossima scatta il processo all’uomo che lo uccise

Il luogo dove aiutava tutti sarà per sempre di don Roberto
È trascorso esattamente un anno dal giorno in cui il parroco fu ucciso davanti alla chiesa di San Rocco. © CdT/Chiara Zocchetti

Il luogo dove aiutava tutti sarà per sempre di don Roberto

È trascorso esattamente un anno dal giorno in cui il parroco fu ucciso davanti alla chiesa di San Rocco. © CdT/Chiara Zocchetti

A un anno esatto dall’omicidio di don Roberto Malgesini, avvenuto la mattina 15 settembre 2020, oggi gli sarà intitolata l’area antistante la chiesa di San Rocco: il luogo dove è stato ucciso, ma soprattutto il luogo davanti alla sua parrocchia, dal quale ogni mattina partiva per il giro delle colazioni che consegnava ai senzatetto di Como.

Alle 17.30, quella piazzetta di pochi metri quadrati, diventerà così Largo don Roberto Malgesini. Sarà inoltre posizionata una croce in ferro battuto, molto semplice ma simbolica, conficcata in una pietra di Moltrasio. È stata donata dalla Diocesi di Como, come segno di gratitudine alla Città per aver accolto la richiesta di ricordare il sacerdote, con un segno che «fa memoria del suo sacrificio e permette alle persone di fermarsi a riflettere e pregare»....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1