Il virus preme alle frontiere: a Como e Varese boom di contagi

Pandemia

Negli ultimi 15 giorni nei territori pedemontani l’indice Rt è salito sino a 1,17: l’incidenza dell’epidemia sfiora le 230 unità ogni 100 mila abitanti, sette giorni fa era a 130 - La Lombardia pronta a vaccinazioni di massa nei comuni in cui la COVID dovesse dilagare

Il virus preme alle frontiere: a Como e Varese boom di contagi
Via Cesare Cantù, a Como. La provincia lariana sta subendo una recrudescenza della pndemia di coronavirus. ©CDT / Gabriele Putzu

Il virus preme alle frontiere: a Como e Varese boom di contagi

Via Cesare Cantù, a Como. La provincia lariana sta subendo una recrudescenza della pndemia di coronavirus. ©CDT / Gabriele Putzu

Le province italiane di confine spaventano gli analisti che si occupano, ormai da mesi, dell’epidemia di coronavirus.

Nelle ultime due settimane i contagi a Como e Varese sono quasi raddoppiati. L’indice Rt di entrambi i territori è salito a 1,17, tra i più alti di tutta la Lombardia. «Bisogna intervenire subito - dice Davide Tosi, esperto di Big Data e docente del Dipartimento di Scienze teoriche e applicate all’Università dell’Insubria, oltre che curatore della pagina di divulgazione scientifica “Predire è meglio che curare” - le prossime due settimane sono già scritte ma se lasciamo le cose così come stanno non potremo che peggiorare. Ormai è chiaro a tutti gli studiosi che le zone gialle producono un incremento del contagio attorno al 10%. La politica faccia le sue scelte, ma agisca in...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1