La ragazza dispersa nel Lario è Florijana Ismaili

Tragedia

La calciatrice della nazionale svizzera era in vacanza con un’amica e avevano noleggiato un gommone - Ancora vane le ricerche

La ragazza dispersa nel Lario è Florijana Ismaili
(Foto web)

La ragazza dispersa nel Lario è Florijana Ismaili

(Foto web)

COMO (aggiornato alle 15.10) - Ha un nome e un cognome la turista svizzera dispersa da sabato nelle acque del lago di Como. Si tratta di Florijana Ismaili, calciatrice della nazionale svizzera femminile e centrocampista dello Young Boys. Lo riporta l’edizione odierna di TGR Lombardia.

La ragazza aveva deciso di trascorrere una giornata di relax al lago con una compagna di squadra e avevano noleggiato un gommone nella zona di Musso. Si è tuffata per fare un bagno, ma non è più riemersa. L’allarme è scattato alle 16.30: un’ambulanza e l’automedica del Lariosoccorso hanno raggiunto Musso, mentre il servizio 118 ha fatto decollare l’elicottero dalla base di Bergamo; anche i Vigili del fuoco di Dongo sono usciti col loro natante. Più tardi sono giunti sul posto anche i sommozzatori dello stesso corpo, che hanno avviato le ricerche in profondità, senza alcun esito. In queste ore sono state riattivate le ricerche, ma si teme il peggio.

Nata a Walperswil, nel canton Berna, da genitori di etnia albanese, Florijana Ismaili, classe 1995, ha mosso i primi passi calcistici nelle fila della squadra locale dal 2006 al 2011, per poi approdare allo Young Boys come centrocampista e capitano della squadra.

La stessa squadra femminile ha annunciato la scomparsa della giocatrice tramite un tweet: «I responsabili dello Young Boys sono stati informati che la nostra giocatrice Florijana Ismaili è data per dispersa dopo un incidente balneare sul lago di Como. Le azioni di ricerca della polizia sono ancora in corso. Siamo molto preoccupati ma non abbiamo perso la speranza che tutto si risolva per il meglio». «Siamo in stretto contatto con i membri della famiglia», afferma ancora la squadra. «Non possiamo fornire ulteriori informazioni in questo momento e vi informeremo non appena ne sapremo di più».

Ancora vane le ricerche
Intanto, non è stato ancora ritrovato il corpo di Florijana Ismaili, come conferma il responsabile della delegazione pompieri di Dongo Sergio Aureli. «A cercarla ci sono una ventina di persone al momento, su cinque-sei imbarcazioni. Il problema è che in quella zona le acque sono profonde oltre 100 metri, ben oltre la capacità di immersione dei sub. Servirebbe anche un robot». La giovane è infatti scomparsa dalla vista quando si trovava piuttosto al largo rispetto alle rive. In una zona del lago, almeno a livello di correnti, considerata non pericolosa, come ci ha spiegato Aureli.
Le speranze dei soccorritori di ritrovare Ismaili in vita sono quindi ridotte, se non addirittura nulle. Quanto alle possibili cause, c’è chi ipotizza un malore causato dallo shock termico fra l’aria calda e l’acqua, oltretutto più fredda in quel punto che altrove proprio a causa della profondità del lago.

Florijana e il calcio

Nel video di YouTube sottostante, la centrocampista parla della sua visione del calcio e in particolar modo del calcio femminile svizzero.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1