Macché Bibbiano, la bimba di Pontida è comasca

IL CASO

La ragazzina portata sul palco da Matteo Salvini è in realtà di un Comune lariano a guida leghista

Macché Bibbiano, la bimba di Pontida è comasca
© EPA/Filippo Venezia

Macché Bibbiano, la bimba di Pontida è comasca

© EPA/Filippo Venezia

Aveva scatenato non poche polemiche la scelta di Matteo Salvini di portare sul palco a Pontida domenica una bambina, a suo dire coinvolta nel caso di Bibbiano su presunti affidi illeciti. «Ringrazio questa mamma e questa bimba, che hanno avuto coraggio: Greta è una delle tante, troppe bambine (decine di migliaia) portate via alla mamma e al papà, a Bibbiano e in altri Comuni italiani. Greta per fortuna è tornata a casa, altri ancora no», ha scritto l’ex ministro dell’interno su Twitter all’indomani del raduno leghista.

Un’iniziativa finita da subito al centro degli attacchi degli altri partiti, finché, nella giornata di ieri, non è stato chiarito - prima dalla blogger Selvaggi Lucarelli e poi dall’ANSA - che Greta, la bimba salita sul palco a Pontida, nulla ha a che vedere con i fatti di Bibbiano. Anzi, stando alla Provincia di Como, la piccola è del Comasco, per di più di un Comune da anni a guida leghista. Della vicenda si era occupato proprio il foglio lariano: la bambina era stata portata in una comunità per decisione del Tribunale dei minori di Milano.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1