Migranti respinti in Italia, Salvini se la prende con la Svizzera

"Non siamo il campo profughi d'Europa", ha commentato il vicepremier leghista dopo un servizio sulle procedure di riammissione al confine andato in onda su SkyTg24

Migranti respinti in Italia, Salvini se la prende con la Svizzera

Migranti respinti in Italia, Salvini se la prende con la Svizzera

CHIASSO/COMO - "Nessuno può permettersi di trattare il nostro paese come campo profughi dell'Europa". Parola del ministro degli Interni e vicepremier leghista Matteo Salvini, che dopo la vicenda delle riammissioni di migranti dalla Francia all'Italia di qualche settimana fa, ora punta il dito contro la Svizzera.

Come riporta La Provincia di Como, ad aprire il caso è stato un servizio di SkyTg24, riferendo di migranti "letteralmente spinti dalla Svizzera all'Italia dalle autorità elvetiche". Nel servizio si afferma anche che le riammissioni al confine tra Como e Chiasso riguarderebbero "centinaia di persone al mese", tra cui diversi che hanno come primo paese d'ingresso altre nazioni europee e non l'Italia. 

Da qui la reazione indispettita di Salvini che, contattato da SkyTg24, ha annunciato: "Approfondiremo la vicenda, nessuno può permettersi di trattare il nostro Paese come campo profughi dell'Europa, abbiamo rialzato la testa e non intendiamo abbassarla".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Confine