Confine

Multe non pagate, la questione approderà in Parlamento

Il deputato comasco Alessio Butti annuncia l’arrivo di una proposta di legge per obbligare i ticinesi a saldare le contravvenzioni rimediate oltre confine

Multe non pagate, la questione approderà in Parlamento
(Foto archivio CdT)

Multe non pagate, la questione approderà in Parlamento

(Foto archivio CdT)

COMO - Si respira una certa tensione a cavallo della frontiera tra Italia e Svizzera. Dopo il giro di vite deciso dalla Polizia locale comasca nei confronti dei ticinesi che non pagano le multe rimediate oltre confine, il tema potrebbe approdare nientemeno che sui banchi di Montecitorio. L’annuncio arriva dal deputato comasco di Fratelli d’Italia Alessio Butti che, dalle colonne della Provincia di Como, annuncia l’intenzione di presentare in tempi rapidi una proposta di legge ad hoc.

Rivolgendosi agli “amici svizzeri”, il deputato lariano ricorda che “anch'io pago le tasse, consumo in Italia, acquisto prodotti e se sbaglio vengo sanzionato e consapevole dell'errore, taccio”. Inoltre, “la stragrande maggioranza delle infrazioni al codice della strada commesse da vetture svizzere non vengono pagate”. Ancora per poco, aggiunge però Butti. Già, perché da un paio di mesi “insieme a collaboratori esperti e funzionari dei vari ministeri stiamo cercando di offrire una proposta di legge per affrontare e risolvere definitivamente la cosa”.

Secondo il parlamentare, infatti, “è intollerabile che ci siano numerosi comuni della province di Como, Varese e del Verbano che non riescono a riscuotere i pagamenti delle contravvenzioni elevate ad auto con targa svizzera”. Solo per la città di Como, ricordiamo, l’ammanco è di 350mila euro. E alle multe, spiega Butti, si aggiungono anche i pedaggi, come quello della Pedemontana. “L’11% di mancati pagamenti di targhe straniere sono quasi tutti riconducibili a quelle svizzere”, fa presente.

Infine, il deputato commenta anche la presunta disparità di trattamento tra i due Paesi: “È inaccettabile che non paghino le multe, visto che se un italiano si comporta oltre confine nello stesso modo viene trattato come un delinquente seriale”.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
    ROGHI

    Brucia ancora il Varesotto

    Ancora fiamme nei boschi del Monte Mondonico, ma le condizioni meteo fanno ben sperare - Al lavoro due squadre dei vigili del fuoco e gli elicotteri

  • 2
  • 3
    Giro di vite

    Maxi-multe per la targa svizzera se vivi in Italia

    Il decreto sicurezza di Salvini va a colpire più duramente i residenti che circolano con auto «estero-vestite» per evitare bollo e sanzioni - Un esperto spiegava al CdT come società fittizie elvetiche siano utilizzate proprio a questo scopo

  • 4