Pendolari del pieno addio? Torna la «carta sconto» sul confine

il caso

Dal controllo trimestrale dell’Ambasciata d’Italia in Svizzera sarebbe emersa la differenza di almeno 5 centesimi/litro tra il prezzo praticato sulla benzina nell’area di confine e il prezzo medio italiano

Pendolari del pieno addio? Torna la «carta sconto» sul confine
© CdT/ Chiara Zocchetti

Pendolari del pieno addio? Torna la «carta sconto» sul confine

© CdT/ Chiara Zocchetti

Fare benzina in Ticino, per gli italiani che abitano sulla fascia del confine, è da sempre più conveniente. Di sovente, quindi, capita di vedere auto targate Italia che attraversano la dogana solo per fare il pieno e poi tornano indietro. Una situazione a cui oltre frontiera si è rimediato prevedendo un’agevolazione: lo sconto carburante. Che presto, stando ai media lombardi, verrà riattivato.

Cosa è lo sconto carburante? In pratica, quando il prezzo medio ordinario praticato in Italia è superiore di almeno 5 centesimi al litro rispetto a quello delle pompe di benzina svizzere che si trovano entro un raggio di 20 chilometri dal confine, la misura viene attivata. I beneficiari sono i cittadini che risiedono in uno dei comuni lombardi che distano fino a 20 chilometri dal confine svizzero. La Regione può rideterminare la misura dello sconto, purché il prezzo finale praticato in Italia non sia inferiore a quello praticato in Svizzera. Spetta all’Ambasciata d’Italia in Svizzera effettuare un controllo sulla differenza dei prezzi medi ordinari. Che, di regola, avviene trimestralmente. Motivo per cui in questo momento la misura è sospesa.

Ma, riferiscono i media di confine, lo sconto carburante verrà presto ripristinato (probabilmente da metà novembre), anche se solo sulla benzina (e non sul diesel). Per la vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia, Francesca Brianza, si tratta di «un grande risultato per una storica battaglia che punta a contrastare il pendolarismo del pieno». Soddisfazione viene espressa anche da Matteo Bianchi, candidato sindaco nel prossimo ballottaggio varesino: «Un grande successo a vantaggio e a tutela dei varesini e dei distributori di carburante. L’attenzione per le aree vicine alla Svizzera rimane alta».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1