Quadri “provoca” e i frontalieri rispondono

Il consigliere nazionale leghista discuterà una mozione per introdurre una tassa per i lavoratori da oltre confine - Immediate le repliche su Facebook: "Un' imposta ai ticinesi quando fanno la spesa"

Quadri “provoca” e i frontalieri rispondono

Quadri “provoca” e i frontalieri rispondono

COMO - Nei prossimi giorni il leghista Lorenzo Quadri presenterà al Consiglio nazionale una mozione che mira ad introdurre una tassa d'entrata per i frontalieri (al momento l'ipotesi è di 500 franchi). La notizia, ripresa ieri da Ticinonews, è finita quest'oggi in apertura de La Provincia di Como, suscitando subito malumori oltre confine. La mozione, che prende spunto da un'idea del professor dell'Università di Friburgo Reiner Eichenberger, averebbe secondo Quadri lo scopo di tutelare il lavoro indigeno e, considerando il numero di lavoratori che ogni mattina passano la frontiera, porterebbe nelle casse del Cantone circa 31 milioni franchi all'anno. Il leghista stesso vede l'iniziativa difficilmente realizzabile, tuttavia secondo il consigliere nazionale alcuni colleghi non ticinesi e non appartenenti al "suo" gruppo, avrebbero manifestato interesse per il tema, suggerendo di presentare un postulato.

Sul giornale comasco, la mozione suona come l'ennesima provocazione del leghista: "Una ne fa e cento ne pensa, Lorenzo Quadri" si legge sul sito lariano, e i commenti indignati dei frontalieri non hanno tardato ad arrivare su Facebook. Qualcuno ha suggerito di far pagare una tassa ai ticinesi che si recano a far la spesa in Italia, non pensando al clamoroso danno economico per i rivenditori del Varesotto e del Comasco. Altri ricordano come i frontalieri siano invece preziosi per l'economia svizzera. Mentre qualcuno minaccia: "Nessun problema, l'importante è che paghino anche loro quando vengono a prostitute in Italia. Se non ci credete farò le foto a tutte le auto targate TI". Insomma, la solita infiammata discussione su un tema sempre caldo, che sui social diventa ancora più esplosivo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1