Virus in Lombardia: «arancione rinforzato» per la provincia di Como

pandemia

Il governatore Attilio Fontana ha firmato tre ordinanze che entreranno in vigore mercoledì: la misura tocca anche dieci Comuni della provincia di Milano, Mantova, Pavia e Cremona - Declassati Viggù, Mede e Bollate dal 4 marzo

Virus in Lombardia: «arancione rinforzato» per la provincia di Como
© CdT/Gabriele Putzu

Virus in Lombardia: «arancione rinforzato» per la provincia di Como

© CdT/Gabriele Putzu

Oggi in zona arancione. Mercoledì in arancione «rinforzato». Il governatore lombardo Attilio Fontana ha firmato tre ordinanze che entreranno in vigore dal 3 marzo per una settimana con l’obiettivo di rafforzare le misure di prevenzione e contrasto alla COVID-19 su diverse aree del territorio lombardo. Le disposizioni consistono in misure più restrittive - come la chiusura di tutte le scuole tranne gli asili nido - in dieci Comuni della provincia di Milano, tutta la provincia di Como e buona parte di quelle di Mantova, Pavia e Cremona. I Comuni che fino a domani sarebbero rimasti in fascia rossa (Viggiù, Mede e Bollate) sono stati declassati da giovedì 4 marzo in arancione rinforzato in considerazione del miglioramento della situazione epidemiologica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Confine
  • 1
  • 1