Consegnati 432 nuovi diplomi

Istruzione

Le Scuole specializzate superiori si sono riunite ieri per festeggiare 423 nuovi diplomati e nuove diplomate e celebrare le Professioniadi - LE FOTO

Consegnati 432 nuovi diplomi
© Jacques Perler

Consegnati 432 nuovi diplomi

© Jacques Perler

Consegnati 432 nuovi diplomi

Consegnati 432 nuovi diplomi

Consegnati 432 nuovi diplomi

Consegnati 432 nuovi diplomi

Consegnati 432 nuovi diplomi

Consegnati 432 nuovi diplomi

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), tramite la Divisione della formazione professionale (DFP), comunica che ieri, 13 febbraio, si è tenuta al Palazzo dei Congressi di Lugano la cerimonia di consegna di 432 diplomi delle Scuole specializzate superiori (SSS). In contemporanea, per la prima volta, si sono tenute le Professioniadi, un gioco quiz-evento creato per far conoscere il livello di specializzazione del terziario professionale e le sue professioni.

Nell’intervento di apertura, il direttore del DECS Manuele Bertoli ha evidenziato come il diploma ricevuto sia un punto di arrivo, ma temporaneo. Per i neodiplomati inizia ora una nuova strada, con sfide e obiettivi da raggiungere. «Il cambiamento, parte integrante della vita personale e professionale sarà sempre sostenuto anche dal sistema della formazione professionale, che con grande flessibilità e una qualità eccellente, accompagna giovani e adulti nell’aggiornamento delle competenze. L’eccellenza delle formazioni offerte nelle Scuole specializzate superiori è un prestigio anche per la Città di Lugano che ne ospita alcune», si legge in una nota del DECS.

Il sindaco della Città di Lugano Marco Borradori ha ringraziato i docenti che contribuiscono alla crescita umana e professionale dei ragazzi e delle ragazze. Un impegno che non si limita alla mera trasmissione di un sapere nozionistico, ma alla costruzione di un pensiero critico e aperto verso il mondo che ci circonda.

Non solo diplomi, anche Professioniadi

In parallelo alla cerimonia di consegna dei diplomi, si sono inoltre tenute per la prima volta le Professioniadi, un gioco-evento per far conoscere il livello di specializzazione terziario professionale, e le sue professioni. Alla gara hanno preso parte studenti ancora in formazione in rappresentanza di 9 scuole specializzate superiori e 17 professioni. Il premio ai vincitori, del valore di 1.500 franchi, è stato consegnato da ATST ODEC-Ticino.

Alle SSS si può accedere dopo l’ottenimento di un attestato federale di capacità, alcuni percorsi sono a tempo pieno, altri paralleli all’attività professionale. I diplomi aprono un futuro professionale nel settore sociosanitario (dal tecnico di radiologia o analisi biomediche, dal podologo all’infermiere, dal soccorritore all’educatore dell’infanzia), nel settore industriale, artigianale ed artistico (dal tecnico in elettrotecnica e in costruzioni meccaniche al tecnico dei sistemi chimico farmaceutico, dal tecnico in conduzione dei lavori edili a quello in progettazione, dal tecnico della moda a quello dell’abbigliamento, dal designer in computer animation o in industrial design al web design e al design visivo), come pure nel settore commerciale e dei servizi (dall’informatico all’economista aziendale, dall’albergatore allo specialista turistico o alle professioni legate al ramo bancario, fiduciario, assicurativo e della finanza).

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1