Denunciato l’ex presidente del Gruppo paraplegici Ticino

IL CASO

L’uomo avrebbe sottratto del denaro dalle casse della società - Creato un gruppo di lavoro per chiarire la situazione e garantire il prosieguo dell’attività

Denunciato l’ex presidente del Gruppo paraplegici Ticino
Foto archivio CdT

Denunciato l’ex presidente del Gruppo paraplegici Ticino

Foto archivio CdT

SEMENTINA - È scattata la denuncia nei confronti dell’ex presidente del Gruppo paraplegici Ticino (Gpt), che avrebbe sottratto dalle casse della società diverse decine di migliaia di franchi. Le irregolarità - si apprende da una nota del gruppo - sarebbero emerse durante l’allestimento dei conti del 2018. Da qui la decisione dell’associazione di procedere per vie legali, «al fine di chiarire la situazione».

Durante l’assemblea del 24 giugno, il gruppo ha anche deciso di creare un gruppo di lavoro che «avrà il compito di assicurare il prosieguo dell’attività da un lato, ma anche di attivarsi al fine di riorganizzare il gruppo e proporre un nuovo comitato per la prossima assemblea generale dei soci». In una nota, il gruppo di lavoro fa sapere di «deplorare quanto accaduto», sottolineando che «è importante che tutti possano riporre fiducia nei gruppi di volontari attivi sul territorio a favore del prossimo, anche se quanto accaduto fa vacillare tale fiducia». «Siamo certi che si tratti di un fatto isolato e ci dispiace che questo sia accaduto ad un gruppo affiliato alle nostre rispettive associazioni e con il quale collaboriamo da ormai 40 anni», proseguono. D’altro canto, il gruppo GPT ritiene che «debbano essere intrapresi tutti i passi necessari affinché quanto successo non abbia più a verificarsi e spera che istituzioni, associati, sponsor e simpatizzati li sostengano in questa delicata fase».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1