«Due Paesi molto distanti, ma storicamente legati»

Diplomazia

Casa Crivelli, a Pura, è stata teatro dell’incontro tra l’ex ambasciatore svizzero Dino Sciolli e l’ambasciatore mongolo in Svizzera Lundug Purevsuren

 «Due Paesi molto distanti, ma storicamente legati»
©CdT

«Due Paesi molto distanti, ma storicamente legati»

©CdT

 «Due Paesi molto distanti, ma storicamente legati»

«Due Paesi molto distanti, ma storicamente legati»

Pura è stata questa mattina la sede di un interessante incontro diplomatico, sebbene poco convenzionale. A Casa Crivelli, una delle più antiche del Ticino, si sono infatti incontrati l’ex ambasciatore svizzero Dino Sciolli con l’ambasciatore mongolo in Svizzera Lundug Purevsuren.

Sciolli, che ha rappresentato la Confederazione in molti Paesi tra cui Libano, Italia, Venezuela, Guatemala, Cipro e Kuwait, ha accolto il suo omonimo asiatico per discutere delle relazioni diplomatiche e soprattutto culturali tra i due Paesi.

Proprio per la sua attività di documentarista e la passione per l’arte Purevsuren, già ministro degli Esteri della Mongolia, ha ricevuto nel pomeriggio il Premio speciale ISPEC per la Cultura al centro culturale Il Rivellino di Locarno.

«Ho sempre creduto nell’importanza della cultura e della sua promozione per la costruzione di un mondo fondato sulla reciproca comprensione, pace e cooperazione. Valori che ritrovo in Svizzera e, nello specifico, in Ticino, una terra stupenda piena di cose da scoprire», commenta l’ambasciatore Purevsuren, aggiungendo: «Sono molto contento che i rapporti tra la Confederazione e la Mongolia, sia commerciali che culturali».

«Due Paesi molto distanti - gli fa eco l’ambasciatore Sciolli - ma storicamente legati, basti pensare che i legami risalgono ai tempi di Gengis Khan: in Romandia è possibile trovare svizzeri da molte generazioni che hanno tratti somatici tipici della popolazione mongola».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

    Ecco la Città del 2040, digitale e più sostenibile

    BELLINZONA

    Verranno svelati a fine mese i lavori dei tre team interdisciplinari che hanno immaginato lo sviluppo della capitale nei prossimi decenni - Le idee forniranno le linee direttrici pianificatorie - Dalla Turrita in versione «smart city» a quella in grado di fondarsi su una rete di prossimità e flessibile

  • 5

    Tracce ticinesi nei «FinCEN Files»

    Venezuela

    Spunta il nome di un italo-argentino residente nel Luganese che, già coinvolto in un grosso scandalo argentino, ha fatto allarmare la banca che ha segnalato il caso

  • 1
  • 1