E se tornassero i cinesi?

Viaggi

Nonostante le attuali restrizioni gli operatori svizzeri e ticinesi del turismo sono fiduciosi: la clientela asiatica, non appena sarà possibile, visiterà di nuovo il nostro Paese

E se tornassero i cinesi?
Turiste asiatiche a Lugano nel 2017. © CdT/Archivio

E se tornassero i cinesi?

Turiste asiatiche a Lugano nel 2017. © CdT/Archivio

Torneranno, eccome se torneranno. I turisti cinesi, già. Prima della pandemia, ogni anno spendevano qualcosa come 250 miliardi di euro in tutto il mondo. E amavano l’Europa: era la loro destinazione non asiatica preferita. E adesso? Segnali veri e propri di ripresa non ce ne sono. Arriveranno più tardi. Tuttavia, una volta che il vaccino sarà abbastanza diffuso la Cina reciterà (di nuovo) la parte del leone. Anzi, del Dragone.

Ma le restrizioni restano

Certo, la situazione epidemiologica e le attuali restrizioni non permettono chissà quali voli pindarici. «Le vaccinazioni sono iniziate in molti mercati importanti per il turismo svizzero, ma finché avremo questi tassi di infezione le restrizioni di viaggio resteranno in vigore» spiega Véronique Kanel, portavoce di Svizzera Turismo. «Nel 2021...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Coronavirus
  • 2 Marcello Pelizzari
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    «Dati contraddittori, serve un approfondimento»

    Lavoro

    Stefano Rizzi, direttore della Divisione dell’economia, sugli occupati in Ticino: «Difficile dare un’interpretazione» – Nel quarto trimestre il numero di posti nel cantone è diminuito del 4,4% mentre i lavoratori residenti all’estero su base annua sono aumentati dello 0,8% a 70.115 – Il trend diverso è in parte spiegabile con le differenti metodologie di calcolo delle statistiche

  • 3

    Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

    Novazzano

    Si completa la rete di piste ciclopedonali che collega il comune ai due poli del Mendrisiotto – In pubblicazione il concorso per il progetto dal centro paese al Pian Faloppia - In luglio inizieranno i lavori per il percorso via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina

  • 4

    «I castelli sono una gemma, e non chiamateli “Fortezza”»

    Bellinzona

    Commissione della Gestione compatta per la valorizzazione del patrimonio Unesco, la denominazione scelta però non convince - Promosso anche il Programma d’azione comunale che ridisegna il territorio da qui al 2040: «Mette i quartieri sullo stesso piano»

  • 5
  • 1
  • 1