Opinioni elettorali

Per maggiori aiuti alle famiglie

Alessandra Zumthor, candidata del PPD al Consiglio di Stato

Per maggiori aiuti alle famiglie

Per maggiori aiuti alle famiglie

Negli scorsi giorni il Consiglio nazionale ha preso una decisione di grande importanza per l’aiuto alle famiglie in cui entrambi i genitori lavorano: ha detto sì, con ben 131 voti favorevoli (48 i contrari) alla proposta del Consiglio federale di innalzare le deduzioni fiscali per la custodia dei figli, dagli attuali 10.100 franchi a più del doppio, 25.000 (deduzioni valide per l’imposta federale diretta). Questa decisione del Consiglio nazionale è un segnale forte a favore delle famiglie e ricalca perfettamente quanto chiede il PPD ticinese, che proprio pochi mesi fa – tramite il capogruppo PPD in Gran Consiglio Maurizio Agustoni – ha presentato l’iniziativa parlamentare generica «Per sgravi fiscali mirati a favore del ceto medio». Ebbene, fra i tre punti di questa iniziativa (tra cui troviamo la riduzione del valore locativo e l’aumento del limite della sostanza esente da imposte) figura proprio la richiesta di aumentare le deduzioni per la presa a carico dei figli, in particolare per i redditi medi (proprio le famiglie del ceto medio sono infatti quelle più confrontate con situazioni in cui entrambi i genitori lavorano). Ritengo sia importante cogliere al volo questo segnale che ci arriva da Berna per rilanciare a livello cantonale la necessità di accrescere le deduzioni per la custodia dei figli, fermo restando che questa non può essere l’unica misura pensata in aiuto alle famiglie. Nel mio programma politico sottolineo infatti come sia importante anche agevolare, là dove possibile, l’introduzione di nuove modalità di lavoro che permettano in primo luogo ai genitori di stare più tempo con i propri bambini: parlo di lavoro da casa o tele-lavoro (almeno due mezze giornate alla settimana) oppure di turni flessibili (mamma e papà si organizzano gli orari in accordo coi propri datori di lavoro, in modo che almeno uno dei due genitori sia a casa al rientro dei figli da scuola). Opportunità che oggi in molte professioni vengono date da un uso accorto e intelligente delle nuove tecnologie digitali. Ciò non toglie comunque che la possibilità di far capo a strutture di custodia, come misura complementare, sia sicuramente una buona cosa, e quindi dopo il sì del Consiglio nazionale invito anche il nostro Cantone ad attivarsi al più presto per darvi seguito a livello ticinese.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Elezioni
  • 1