EOC, Sanvido resta presidente del CdA

La nomina

Dopo la controversa votazione in Gran Consiglio i vertici gli hanno riconfermato la fiducia - L’Ente: «Un segnale di continuità»

EOC, Sanvido resta presidente del CdA

EOC, Sanvido resta presidente del CdA

Paolo Sanvido è stato confermato alla presidenza del Consiglio d’amministrazione dell’Ente ospedaliero cantonale (EOC). Lunedì pomeriggio, durante la prima seduta del «nuovo» CdA, dopo la controversa votazione in Gran Consiglio, Sanvido viene dunque confermato alla guida, per i prossimi quattro anni, del CdA dell’Ente.

Alla vice presidenza del CdA, al posto dell’uscente Edy Dell’Ambrogio, è stata nominata Valeria Canova Masina, già membro del consiglio d’amministrazione. Fanno inoltre parte del Consiglio di amministrazione (in ordine alfabetico) Andrea Bersani (nuovo), Luca Crivelli, Raffaele De Rosa quale rappresentante del Consiglio di Stato, Roberto Malacrida e Luigi Mariani.

Il voto in Gran Consiglio
«Nel corso della discussione, durante la quale il presidente uscente ha lasciato la sala, è stato anche evocato il voto parlamentare con cui il Gran Consiglio ha nominato i membri del Cda sulla base delle proposte formulate dal Consiglio di Stato», si legge nel comunicato dell’EOC che precisa che «con la conferma dell’attuale presidente Paolo Sanvido, il Cda ha voluto dare un segnale di continuità rispetto alle varie attività portate avanti in questi quattro anni. Tra queste vanno segnalati, fra l’altro, il consolidamento dell’offerta di cure, lo sviluppo dell’infrastruttura, la sostenibilità economica e la riorganizzazione dell’EOC con, ad esempio, il rafforzamento del modello di Istituto che fungerà da importante anello di congiunzione con il nuovo Master in biomedicina».

«I punti critici»
La discussione approfondita - spiega l’Ente nella nota - ha permesso di soffermarsi anche sui punti critici emersi nell’ultimo quadriennio ed è stata l’occasione per un ulteriore chiarimento e per ridiscutere anche i compiti propri alla carica. Il Cda ha discusso della revisione delle disposizioni che regolano il suo funzionamento e ha manifestato l’intenzione di procedere rapidamente alla revisione della sua governance, basandosi per questo anche sul recente rapporto realizzato congiuntamente dall’USI e dalla SUPSI».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    C’è anche un po’ di Lugano nella Torino-Lione

    Tunnel ferroviario

    Alla società Pini di Lugano sono state affidate direzione lavori e progettazione del tratto italiano - Olimpio Pini: «Siamo stati scelti in base alla nostra esperienza nel campo delle lunghe gallerie»

  • 3

    È pugno duro contro i «furbetti della benna»

    IL CASO

    Sant’Antonino ha deciso di combattere il pendolarismo di coloro che vanno a gettare gli ingombranti pur non abitando in paese - Dal 2020 verrà introdotta la tessera di identificazione per accedere all’Ecocentro come previsto dal nuovo regolamento

  • 4

    Ecco come cambia l’orario dei bus a Lugano

    TPL

    Le modifiche entrano in vigore domenica 15 dicembre e mirano a un miglior collegamento con i treni TILO - Jelmini: «Un passo avanti in vista del potenziamento del trasporto pubblico»

  • 5

    Quella mezz’ora di apertura in più si fa più vicina

    Negozi

    L’estensione del Contratto colletivo di lavoro per il settore del commercio al dettaglio da parte della SECO dovrebbe presto comparire sul Foglio ufficiale - Gargantini: «Era scontato. Aspettiamo ancora di accedere alla documentazione»

  • 1
  • 1