Ermotti per Menasche nel CdA del Corriere

cambiamenti

La Società Editrice annuncia la modifica nel proprio Consiglio d’Amministrazione

Ermotti per Menasche nel CdA del Corriere
© CdT/Chiara Zocchetti

Ermotti per Menasche nel CdA del Corriere

© CdT/Chiara Zocchetti

La Società Editrice del Corriere del Ticino annuncia l’ingresso nel proprio Consiglio d’amministrazione di Sergio Ermotti, 60 anni, che sostituisce Alberto Menasche, il quale lascia la carica per raggiunti limiti d’età. Il Consiglio d’amministrazione e il presidente Fabio Soldati ringraziano sentitamente Alberto Menasche per l’importante contributo offerto nei lunghi anni di presenza all’interno del Gruppo Corriere del Ticino e salutano con piacere l’arrivo di Sergio Ermotti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    Attracchi temporanei per poter prendere il largo

    Verbano

    Ulteriore sviluppo in vista per il porto regionale che ha festeggiato i 20 anni e rinnovato i suoi vertici – Il neo presidente Bruno Buzzini: «Prioritaria la costruzione di un pontile per gli ospiti che raggiungono Locarno in barca»

  • 3

    È stata un’ottima annata, malgrado qualche gelata

    Vendemmia

    Soddisfazione generale perché il Mendrisiotto è stato risparmiato dal maltempo e dalle malattie della vite a differenza di quanto accaduto nel Sopraceneri - Rudy Studer: «Tutti hanno lavorato bene» – Enrico Trapletti: «Unico neo, il freddo iniziale»

  • 4

    L’UDC riparte da Brenno Martignoni Polti

    POLITICA

    Bellinzona, l’ex sindaco e deputato nominato presidente dei democentristi della capitale: è il terzo timoniere in meno di tre anni - Subentra al dimissionario Simone Orlandi finito sotto inchiesta per lo scandalo delle targhe - Non è mancata la frecciatina: «In aprile il Municipio avrebbe dovuto essere bocciato: ora tocca a noi farci sentire, coinvolgendo i cittadini»

  • 5

    Ancora litigi a Taverne: «Sì, non c’è un buon clima»

    Torricella-Taverne

    Il cambio della maggioranza all’interno dell’Esecutivo rompe gli equilibri – In poche settimane al vicesindaco è stato tolto il Dicastero educazione, mentre un municipale è stato segnalato dai colleghi agli Enti locali - Il sindaco: «Qualcuno si è messo un po’ di traverso»

  • 1
  • 1