Espulsioni obbligatorie, il Ticino è sotto la media nazionale

giustizia

Lo scorso anno in Svizzera quelle previste dal Codice penale sono state pronunciate nel 57,5% dei casi - A Sud delle Alpi questo avviene in poco più della metà delle condanne inflitte agli stranieri – Ma le cifre non convincono i procuratori

Espulsioni obbligatorie, il Ticino è sotto la media nazionale
©CdT/Archivio

Espulsioni obbligatorie, il Ticino è sotto la media nazionale

©CdT/Archivio

Sono passati poco più di tre anni e mezzo dall’attuazione delle nuove disposizioni del Codice penale sull’espulsione obbligatoria dei delinquenti stranieri – regolata dall’art. 66a del Codice penale –, entrate in vigore dopo l’accettazione nel 2010 da parte di popolo e cantoni di un’iniziativa dell’UDC. Ebbene, dai dati dello scorso anno pubblicati dall’Ufficio federale di statistica (UST) emerge che il Ticino si colloca al di sotto della media nazionale.

Friburgo e Vaud i più severi

Lo scorso anno, su un totale di 185 condanne per reati che comportano un’espulsione obbligatoria (ovvero quelli elencati nel catalogo di reati dell’art. 66a del Codice penale svizzero), quest’ultima è stata pronunciata nel nostro cantone in 99 casi, pari a una percentuale del 53,5%. Percentuale che, come detto, è...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    I nuovi tormentoni politici tra Procura e circolazione

    gran consiglio

    Archiviati il credito da 461 milioni per il trasporto pubblico, la riforma fiscale e quella sociale nei prossimi mesi il Parlamento si concentrerà su altri temi scottanti – Ecco quali saranno i principali dossier sui quali stanno lavorando le commissioni Gestione e finanze, Giustizia e diritti e Costituzione e leggi

  • 2

    Non tutte le liste saranno fotocopie a Bellinzona

    Politica

    Rispetto alle elezioni annullate causa virus cinque mesi fa, ad aprile 2021 in casa PLR non solo uno ma probabilmente due cambiamenti nel settebello per il Municipio - Sorprese potrebbero esserci anche per Lega e PPD - Continuità per Unità di Sinistra, Verdi ed MPS

  • 3

    Lago al massimo, benzina al minimo

    Bilancio

    Tendenza stabile di immatricolazioni in una stagione caratterizzata da un andamento variabile - Il calo dei turisti stranieri più che compensato da un’assidua presenza confederata e locale - Il periodo di confinamento ha accresciuto in modo rilevante il bisogno di uscite all’aria aperta e di tuffi rigeneranti

  • 4
  • 5

    L’evoluzione del PS passa da giovani vertici

    Locarno

    L’assemblea sezionale ha nominato alla copresidenza Nancy Lunghi e Giorgio Fransioli che prendono il testimone dal presidente uscente Alberto Inderbitzin – Continua il cambiamento iniziato prima delle elezioni, poi annullate, con la lista Insieme e sinistra per la socialità e l’ambiente

  • 1
  • 1