Fischi, insulti e gesti osceni: un fenomeno anche ticinese

catcalling

A Ginevra il 71,7% delle donne nella fascia d’età fra i 15 e i 34 anni è stata vittima almeno una volta di molestie sul suolo pubblico - Qual è la situazione alle nostre latitudini? Analizziamo la questione da tre punti di vista diversi

Fischi, insulti e gesti osceni: un fenomeno anche ticinese
© Shutterstock

Fischi, insulti e gesti osceni: un fenomeno anche ticinese

© Shutterstock

Colpi di clacson, fischi, insulti. E poi gesti osceni, stalking e palpeggiamenti. Ogni giorno in tutto il mondo milioni e milioni di persone, principalmente donne, subiscono molestie di strada, chiamate anche catcalls. Un fenomeno che ha gravi ripercussioni sulla psiche della vittima, spesso spinta a cambiare il proprio guardaroba per evitare qualsiasi attenzione indesiderata o a considerare un percorso alternativo per la tratta dal punto A a quello B, così da evitare il luogo «incriminato».

E se la COVID-19 non si ferma ai confini, come hanno sottolineato più volte politici e scienziati, lo stesso si può dire per questo diverso tipo di morbo: la Svizzera non ne è immune.

A testimoniare la sua presenza sul suolo elvetico vi sono, ad esempio, gli account Instagram «catcallsof» (seguito dal nome...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Un altro ricorso frena l’aeroporto

    LUGANO

    Northern Lights e Team LUG, che avevano annunciato un’alleanza strategica, contestano la possibilità data dal Municipio di «aggiornare i progetti presentati» in autunno e la comunicazione sul «rinnovato gruppo di esperti che dovrà valutare le proposte»

  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

    Ex Macello, pare non vi sia traccia di Cocchi e Torrente

    AUTOGESTIONE

    Stando al Caffè, alla testa delle operazioni di sabato 29 maggio non c’erano i comandanti della polizia cantonale e comunale di Lugano, ma solo i due vice – Martedì verranno sentiti nell’ambito dell’inchiesta i municipali

  • 1
  • 1