«Giovani senza tabacco», anche il Ticino si schiera

VOTAZIONE FEDERALE

Nel nostro cantone il coordinamento dell’iniziativa è stato affidato alla Lega polmonare ticinese e alla Lega cancro Ticino, i quali a loro volta hanno coinvolto enti pubblici e privati, associazioni e Fondazioni, politici, medici, sportivi e personaggi illustri

«Giovani senza tabacco», anche il Ticino si schiera

«Giovani senza tabacco», anche il Ticino si schiera

Il 13 febbraio 2022 il popolo svizzero si esprimerà sull’iniziativa «Sì alla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco (Fanciulli e adolescenti senza pubblicità per il tabacco)». L’iniziativa chiede di vietare completamente la pubblicità per il tabacco dove fanciulli e adolescenti potrebbero vederla, per esempio nella stampa, sui manifesti, su Internet, nei cinema, nei chioschi o in occasione di manifestazioni. Le stesse regole si applicherebbero anche alle sigarette elettroniche. Rimarrebbe permessa la pubblicità destinata esclusivamente agli adulti o nei luoghi non accessibili ai minorenni. In Ticino il coordinamento dell’iniziativa è stato affidato alla Lega polmonare ticinese e alla Lega cancro Ticino, i quali a loro volta hanno coinvolto enti pubblici e privati, associazioni e Fondazioni, politici, medici, sportivi e personaggi illustri.

Tra i volti noti, anche Ajla Del Ponte: «Voto sì per la protezione dei giovani dalla pubblicità del tabacco e per una vita sana». Anche il direttore del DSS, Raffaele De Rosa, si è espresso: «In Svizzera il numero dei giovani fumatori rimane troppo elevato. Il Fumo, oltre a causare dipendenza, può avere conseguenze serie per la loro salute. È quindi nostro dovere e responsabilità proteggere di più le giovani generazioni».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1