«I più giovani si sono sentiti isolati e smarriti»

Il colloquio

Manca soprattutto la certezza di un rapido ritorno alla normalità pre-COVID

 «I più giovani si sono sentiti isolati e smarriti»
©CdT/Archivio

«I più giovani si sono sentiti isolati e smarriti»

©CdT/Archivio

Alessandra Bernasconi ha lavorato per dieci anni nel Servizio di sostegno pedagogico della Scuola Media ticinese e ha svolto pratica clinica presso il Servizio medico-psicologico di Lugano, dove si è occupata di problematiche dell’età evolutiva. «È normale - dice - che i giovani siano tuttora toccati dalla pandemia e dalla chiusura delle scuole della scorsa primavera, chiusura che ha fatto sperimentare loro sensazioni di isolamento e smarrimento in assenza dello scambio quotidiano con i pari e con gli insegnanti. Ha pesato anche la mancanza delle istituzioni quali fonti di stabilità e di un indispensabile ritmo regolatore del tempo».

Generalizzare, in situazioni simili, sarebbe però sbagliato. Ogni caso è a sé stante. «Al di là degli aspetti comuni a molti giovani - spiega la psicoterapeuta...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    Il virus preme alle frontiere: a Como e Varese boom di contagi

    Pandemia

    Negli ultimi 15 giorni nei territori pedemontani l’indice Rt è salito sino a 1,17: l’incidenza dell’epidemia sfiora le 230 unità ogni 100 mila abitanti, sette giorni fa era a 130 - La Lombardia pronta a vaccinazioni di massa nei comuni in cui la COVID dovesse dilagare

  • 4

    Golf, dei reclami «temerari»

    Il caso

    Il botta e risposta tra il club patriziale di Ascona e l’associazione nazionale rivela l’incomprensione che sta alla base del «blitz» di Polizia nelle due strutture del Locarnese - Già a inizio mese si ventilava l’idea di non rispettare quanto indicato da Swiss Golf

  • 5

    Banca, commercio e benzina: l’evoluzione di piazza Muraccio

    Locarno

    Novità in vista per il centralissimo comparto cittadino: Raiffeisen amplierà la propria sede occupando gli spazi dell’ex Cartoleria Mazzoni – In fase preliminare un progetto sulla stessa proprietà per una nuova palazzina dove si insedierebbe un negozio Coop Pronto con stazione di servizio

  • 1
  • 1