Il Cantone e i Liberali Radicali festeggiano Cassis

Le reazioni

Le autorità cantonali e il partito hanno espresso le loro congratulazioni al neo eletto presidente della Confederazione

Il Cantone e i Liberali Radicali festeggiano Cassis
©KEYSTONE/Peter Klaunzer

Il Cantone e i Liberali Radicali festeggiano Cassis

©KEYSTONE/Peter Klaunzer

Subito dopo l’elezione di Ignazio Cassis come nuovo presidente della Confederazione, il Cantone Ticino e i Liberali Radicali hanno espresso la propria contentezza e si sono congratulati con il neo eletto Cassis.

Le congratulazioni del Cantone

Il Consiglio di Stato ha preso atto con soddisfazione dell’elezione a Presidente della Confederazione 2022 del Consigliere federale e si congratula con lui. Lo si legge nel comunicato odierno dell’autorità cantonale. Che ha anche sottolineato l’importanza di questo evento istituzionale. Non si deve, infatti, considerarlo né periodico né scontato per il nostro Cantone: «L’elezione a Presidente della Confederazione di un rappresentante della lingua e della cultura della Svizzera italiana evidenzia in modo tangibile la realizzazione costante del patto di solidarietà fra i Cantoni che è stata e continua essere la forza motrice della Svizzera federalista».

Il Governo ticinese è sicuro che un Presidente che rappresenta la Svizzera italiana possa contribuire alla salvaguardia dell’identità del nostro Paese, che da sempre si distingue per il rispetto delle diverse componenti culturali e linguistiche e per il coinvolgimento delle minoranze nei processi politici.

L’auspicio del Consiglio di Stato è che la presidenza di Cassis rafforzi il dialogo con tutte le minoranze presenti in Svizzera e favorisca la comprensione delle sfide che attendono il nostro Paese, contribuendo in modo tangibile alla coesione nazionale nel superamento della crisi legata alla pandemia.

«Una giornata di festa» per i Liberali

Molta gioia e soddisfazione. È quanto si legge nella nota del partito Liberale radicale in merito all’elezione di Cassis: «È un’occasione eccezionale per il Ticino e la Svizzera italiana, anche sul piano internazionale». E con l’odierna elezione, il nostro Cantone torna a ricoprire l’importante carica per la quinta volta nella storia: «Con il suo voto di oggi, l’Assemblea federale ha regalato al PLRT e al Ticino il suo secondo Presidente della Confederazione liberale-radicale, esattamente 50 anni dopo Nello Celio. Tutto il PLRT desidera perciò congratularsi di cuore con Ignazio Cassis e augurargli un anno di Presidenza ricco di successi politici e personali».

Il partito esprime anche riconoscenza nei confronti di Cassis per la vicinanza alle problematiche del Ticino, anche di fronte alla mole di impegni sul piano interno e sullo scacchiere internazionale.

Il presidente Alessandro Speziali ha dichiarato: «Come ticinesi e come liberali-radicali siamo particolarmente fieri che al servizio del Paese ci siano contemporaneamente il Presidente della Confederazione Ignazio Cassis, il Presidente della Deputazione ticinese alle Camere federali Rocco Cattaneo e il Presidente del Gran Consiglio ticinese Nicola Pini. Tre ambasciatori dei valori liberali-radicali di libertà, coesione e progresso – che da sempre ispirano la Svizzera federalista che amiamo».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Cure sanitarie solo in Italia, da Campione parte un ricorso

    Enclave

    L’obiettivo è arrivare ad annullare la delibera della Regione Lombardia e permettere dunque ai cittadini di poter far capo all’assistenza ticinese - L’avvocata Marchesini: « la decisione non è sostenibile ed è illegittima»

  • 2

    «Nessuna motivazione valida per fermare il Rally in Ticino»

    territorio

    Nel rispondere a un’interrogazione firmata da 27 deputati di Verdi, PS, PPD, PLR, Più Donne e Lega il Consiglio di Stato fa notare che «non si intravedono ragioni per un rifiuto di principio alla manifestazione» – Le gare motoristiche sono limitate a un numero massimo di 10 all’anno – I disagi? «Simili a quelli di altri eventi»

  • 3
  • 4

    L’ospedale regionale corre spedito

    SOTTO LA LENTE

    Bellinzona, sottoscritto il contratto di compravendita dei terreni alla Saleggina sui quali sorgerà il futuro nosocomio che sostituirà il vetusto San Giovanni - Ecco quali sono i prossimi passi in vista della realizzazione dell’importante struttura sanitaria

  • 5

    Risolto il guasto tecnico che ha provocato disagi a Lugano

    Traffico ferroviario

    Ritardi e cancellazioni dei treni sono stati causati da un problema all’impianto ferroviario, i convogli non circolavano verso nord e viceversa – Il guasto è stato risolto in serata e i treni hanno ripreso a circolare normalmente

  • 1
  • 1