Il Club del Tappo tende la mano all’EOC

covid-19

L’Associazione che raccoglie fondi da destinare in beneficenza ha devoluto 10.000 franchi a favore dell’Ente ospedaliero cantonale per fronteggiare la pandemia in corso

Il Club del Tappo tende la mano all’EOC
©CdT/Chiara Zocchetti

Il Club del Tappo tende la mano all’EOC

©CdT/Chiara Zocchetti

«In questi anni, oltre a tante associazioni ticinesi, abbiamo sostenuto anche associazioni che si occupavano di aiutare persone nei luoghi più disparati al mondo. Ora è il nostro territorio che ci chiede aiuto». Il Club del Tappo non poteva quindi rimanere indifferente davanti all’emergenza sanitaria in atto a livello mondiale e che sta colpendo in modo importante il nostro Cantone. Per questo motivo, l’associazione che raccoglie fondi da destinare in beneficenza ha deciso di devolvere 10.000 franchi alla raccolta fondi a favore dell’Ente ospedaliero cantonale per far fronte alle enormi spese cui sono chiamati per fronteggiare la pandemia in atto. «Questa è un’occasione che ognuno di noi ha per poter dare il proprio contributo affinché questa situazione possa risolversi prontamente - scrive l’associazione in una nota -. Confidiamo che il popolo del Tappo, sempre così generoso quando la beneficenza chiama, possa rispondere anche questa volta in modo significativo alla chiamata per aiutare il nostro Ticino che soffre. Diamo il nostro aiuto affinché questa battaglia possa terminare in tempi ragionevoli e ci permetta di ritrovarci, di poter tornare a riunirci come ora ci è invece proibito, per poter assaporare con ancora maggior piacere la bellezza di fare festa insieme».

Il Club del Tappo tende la mano all’EOC
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    «Pronti a stringere un patto di Paese»

    Finanze cantonali

    La Gestione ha firmato il rapporto sul Preventivo 2021 - Viene chiesto al Governo di presentare un aggiornamento entro fine giugno che contenga misure che tendano al raggiungimenti di un autofinanziamento non negativo

  • 2

    «Piazza Grande un bene di tutti e da proteggere»

    Locarno

    Comitato e gruppo territorio e ambiente del PS cittadino entrane nel dibattito sulla richiesta di aprire di nuovo alle auto il centro e chiedono, invece dei parcheggi, misure concrete per rivitalizzarlo

  • 3

    I bambini scrivono a chi ha ucciso tre animali

    Arzo

    Nei giorni scorsi nel quartiere mendrisiense due gatti e un cane sono morti a causa di bocconi avvelenati - Una classe delle Elementari ha scritto una lettera per esprimere il proprio disappunto e lanciare un appello

  • 4
  • 5

    A Chiasso dopo il flop della tessera sconto, scatta la raccolta firme

    Commerci

    L’iniziativa promossa nei mesi scorsi dal Municipio come sostegno ai commerci locali non ha avuto il successo sperato, ora una petizione chiede di usare «il restante della somma» messa a disposizione per quel progetto per distribuire buoni di 20 franchi da spendere nella cittadina

  • 1
  • 1