«Il Consiglio comunale di ottobre è necessario»

Bellinzona

Il Movimento per il socialismo sostiene che la mancata convocazione della seduta sia riconducibile ad una scarsa volontà di affrontare gli spinosi temi d’attualità, più che essere dettata dalle pur giustificate precauzioni sanitarie - Si chiede al collegio presidenziale di tornare sui suoi passi

«Il Consiglio comunale di ottobre è necessario»
©CdT/Gabriele Putzu

«Il Consiglio comunale di ottobre è necessario»

©CdT/Gabriele Putzu

«Vi chiediamo di ritornare sulla decisione e permettere lo svolgimento, con tutte le misure di sicurezza necessarie, della seduta del legislativo cittadino di ottobre. Se ciò non avverrà valuteremo la possibilità, ai sensi dell’articolo 16 lettera b del Regolamento comunale, di chiedere la convocazione straordinaria». Firmato Angelica Lepori e Monica Soldini del Movimento per il socialismo (MPS). In una lettera aperta al collegio presidenziale del Legislativo sottolineano che sì, le attuali norme igieniche consigliano di evitare assembramenti e incontri inutili, e che «forse finalmente anche i membri dell’Esecutivo si sono accorti dell’importanza di rispettare queste regole e cercare di fermare l’onda dei contagi ormai ampiamente straripata». Ma l’MPS sostiene che le ragioni di questa decisione della presidenza del CC sia stata presa di concerto col Municipio stesso per motivi tutt’altro che sanitari. «Crediamo che in questa fase di questioni da discutere (oltre a quelle correnti, come ad esempio la mozione per l’introduzione dell’educatore di strada) siano molte e di grande attualità e interesse». A cominciare, spiegano, dalla questione dei sorpassi di spesa, per passare poi alla gestione della pandemia nelle case anziani e affrontare quindi a una seria discussione su come far fronte alla seconda ondata «che inevitabilmente rischia di avere conseguenze dirette sulle condizioni di vita di molti cittadini e cittadine (a questo proposito è pendente una nostra mozione per la creazione di un fondo per le persone che hanno subito una diminuzione del reddito durante i mesi del lockdown)». Secondo le due consigliere comunali sarebbe dunque stata «una buona occasione per coinvolgere il consiglio comunale in una discussione democratica sul presente e il futuro della città». Ancora una volta, invece, si perderebbe «un’occasione per dimostrare di prendere in considerazione le istanze democratiche e di avere a cuore il dibattito e il confronto tra le parti».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Sconti di pena a chi ha parlato

    Rapina di Molinazzo

    4 anni e 5 mesi per rapina aggravata all’imputato che ha raccontato come funzionava la banda - La sua pena è quindi minore di quella dei due soci che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

  • 2
  • 3

    Il Ticino si allinea a Berna, ma riapre i locali erotici

    pandemia

    Il Consiglio di Stato ha adottato le nuove disposizioni decise dal Consiglio federale: bar e ristoranti chiusi dalle 23 alle 6, manifestazioni pubbliche con massimo 50 spettatori e 10 partecipanti per gli eventi privati - Si chiede attenzione per la notte di Halloween

  • 4

    Sorpassi di spesa, la palla passa al Consiglio comunale

    Cantieri sotto i riflettori

    Pubblicati dal Municipio di Bellinzona i messaggi con la richiesta dei crediti suppletori per complessivi 2,8 milioni a copertura dei maggiori costi per la ristrutturazione dello stadio comunale e per la costruzione del Policentro di Pianezzo

  • 5
  • 1
  • 1