Il Liceo scende nell’Inferno dantesco

Bellinzona

Ciclo di conferenze, proiezioni e spettacoli teatrali in occasione del settimo centenario della morte del Sommo Poeta

 Il Liceo scende nell’Inferno dantesco
© Shutterstock

Il Liceo scende nell’Inferno dantesco

© Shutterstock

Promuovere il discorso etico-educativo all’interno e al di fuori della scuola, per la crescita umana e civile dell’intera società. Con questo intento il Liceo di Bellinzona e la Fondazione Sasso Corbaro per le Medical Humanities, reduci dall’«infernale» 2020, hanno organizzato per il primo semestre del 2021 un nuovo ciclo di conferenze, cinema, teatro e musica che avrà quale filo rosso, in modo non casuale, il tema dell’Inferno». Il nono percorso «Prognosi e destino», tuttavia, intende soprattutto celebrare il settimo centenario della morte di Dante Alighieri. Per questa ragione, l’intero ciclo si svilupperà su tre semestri consecutivi e l’attenzione si focalizzerà di volta in volta su una delle tre cantiche del capolavoro dantesco; quindi, tra l’autunno di quest’anno e primavera del prossimo, su Purgatorio e Paradiso. Purtroppo, i primi due appuntamenti, del 28 gennaio e del 6 febbraio, cioè gli spettacoli previsti all’interno del cartellone del Teatro Sociale, sono al momento rinviati a causa delle misure federali vòlte a contenere la diffusione della pandemia. Si spera invece che, in vista della prima conferenza in programma il 4 marzo presso al Liceo, la situazione sanitaria sia tale da consentirci la sua realizzazione. Si comincerà, infatti, con la presentazione da parte di Alberto Cadioli e William Spaggiari (Università Statale di Milano) del volume di Christian Genetelli (Università di Friburgo) intitolato «Un’inedita e ignota recensione di Giacomo Leopardi». Per il secondo appuntamento del 15 marzo, il Liceo ospiterà Alberto Casadei (Università di Pisa) il quale proporrà una conferenza su «Novità sul secondo canto di Francesca».. Si proseguirà il 15 e il 16 aprile con un doppio appuntamento, che oscilla tra letteratura e storia della fisica: dapprima la lezione di Anna Pegoretti (Università Roma Tre) «Un centro di gravità permanente: Inferno XXXIV e la struttura dell’universo» e poi, il giorno dopo, la conferenza-teatro nel nuovissimo Auditorium della Scuola cantonale di commercio, che vedrà impegnata la stessa professoressa affiancata dall’attrice Laura Anzani. Il 29 aprile Marcello Simonetta (Sapienza Università di Roma) parlerà de «L’inferno di Machiavelli». Nell’ultima conferenza in programma il 20 maggio alla Biblioteca cantonale Gilberto Lonardi (Università di Verona) si ricollegherà idealmente al primo appuntamento del 4 marzo e a Giacomo Leopardi, cui lo studioso ha dedicato saggi fondamentali.

Il cinema sarà ancora una volta protagonista grazie alla collaborazione con il Circolo del Cinema di Bellinzona che propone, al Forum, rispettivamente il 30 marzo e il 20 aprile, «Corpus Christi» di Jan Komasa e «Sami, Joe und ich» di Karin Heberlin. Il ciclo prevede inoltre tre spettacoli preparati e proposti dal Liceo di Bellinzona, segnatamente da alcuni dei suoi insegnanti e da numerosi studenti: il 23 aprile si terrà alle Elementari Nord il concerto dei corsi strumentali, sotto la direzione di Elena Pressacco e Mimmo Prisco; il 4 maggio la Chiesa di San Giovanni ospiterà il coro e l’orchestra dei Licei di Bellinzona e di Locarno, per un concerto vocale e strumentale diretto da Matteo Bronz, Rinaldo Romagnoli e Mimmo Prisco; infine, sempre nel corso del mese di maggio (date precise e luogo da stabilire), il Gruppo Teatro, con la regia di Katya Troise, si esibirà nella recita di una pièce che andrà definendosi nelle prossime settimane.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1