Il lusso rilancia il turismo

Ticino

Numeri da tutto esaurito nel periodo di Pasqua - Angelo Trotta: «Nella nostra strategia post-pandemia il segmento occuperà un ruolo centrale» - Lorenzo Pianezzi: «La nuova tendenza è emersa con la prima ondata del virus» - Dany Stauffacher: «L’indotto economico della filiera è enorme»

Il lusso rilancia il turismo
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il lusso rilancia il turismo

© CdT/ Chiara Zocchetti

Il lusso è tornato. Qualcuno dirà che non è mai sparito. Che il Ticino ha una lunga vocazione turistica in questo segmento. È vero. Ma è vero anche che i dati parlano di un nuovo inizio. O di un ritorno.

Il botto pasquale

E allora, iniziamo con i numeri più freschi. A Lugano, durante il periodo di Pasqua, gli alberghi a 4 e 5 stelle hanno fatto il botto. Tra venerdì e domenica l’occupazione media delle strutture alberghiere ha superato il 90% per i 5 stelle e il 70 % per i 4 stelle. Numeri da quasi tutto esaurito che confermano quella che ormai possiamo definire, senza troppi timori, una nuova tendenza. Lo dicono anche gli ultimi dati elaborati dall’Osservatorio sul turismo dell’USI. Lo scorso febbraio le strutture a 4 stelle sono state le uniche a registrare in Ticino un aumento dei pernottamenti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    Vento e gelo da ko per l’agricoltura ticinese

    territorio

    Il meteo avverso ha creato non pochi problemi ai campi - A pesare è la mancanza di acqua - Sem Genini: «Difficile fare previsioni: speriamo che il freddo annunciato per il fine settimana resti lontano» - Marco Bassi: «Danni anche all’insalata: abbiamo bisogno dell’aiuto e della pazienza del consumatore»

  • 4

    Due ore settimanali di bonus per chi va al lavoro in bici?

    bellinzona

    Municipio cittadino e Commissione della legislazione all’unisono bocciano l’idea ecologista di concedere uno sgravio settimanale sulle timbrature dei dipendenti comunali che decidono di recarsi in sede senza inquinare, in sella o a piedi: «Intento lodevole ma applicazione problematica»

  • 5
  • 1
  • 1