Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future

Commercio

Il settore punta sull’unione e su una nuova campagna marketing per uscire dalla fase più dura e poter reggere ai mesi che verranno

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future

© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future

© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future

© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Ticino si fa forza contro le incognite passate e future

© CdT/ Chiara Zocchetti

«Tutti insieme per un Ticino più forte!», è questo lo slogan utilizzato da Federcommercio, Unione Contadini Ticinesi, con la collaborazione di alcune associazioni economiche del territorio, e la coordinazione del Centro di Competenze Agroalimentari Ticino, per la campagna di rilancio del territorio presentata questa mattina nella sala del Consiglio comunale di Lugano.

L’idea alla base della campagna, che diventa obiettivo: l’unione faccia la forza! Unire vari settori economici per ridare slancio proprio all’intera economia locale. Come? Lorenza Sommaruga, presidente di Federcommercio, è chiara: «Dovremo essere ancora più imprenditori, dovremo lavorare di più. Perché il rilancio è basato proprio sugli imprenditori e sull’impegno». Sibilla Quadri, direttrice Centro di Competenze Agroalimentari Ticino: «Durante queste settimane di pandemia abbiamo imparato a conoscere la realtà locale, facendo acquisti online o direttamente presso il produttore. Ecco, il nostro appello è di continuare così. È importante che il settore primario continui a essere sostenuto». Sem Genini, direttore Unione Contadini Ticinesi e presidente Centro di Competenze Agroalimentari Ticino, vede e chiede un «Ticino compatto», facendo a sua volta un appello «alla sensibilità e alla responsabilità dei consumatori». Sommaruga aggiunge: «È una campagna che andava fatta». Nell’attesa della riapertura delle frontiere e di nuove possibili incognite, le associazioni economiche fanno insomma quadrato. Con la possibilità di nuove sinergie e, chissà, di nuove opportunità anche per i clienti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Società svizzera accusata di abusivismo finanziario

    Italia

    Avrebbe emesso senza autorizzazione 3.900 fideiussioni raccogliendo premi per circa 8,7 milioni di euro - La fiamme gialle hanno sequestrato un immobile da 2.760.000 euro a Como - La moglie dell’amministratore denunciata per riciclaggio

  • 2

    «Portavamo sulle spalle la vita e il futuro di India»

    La storia

    A colloquio con le amiche e l’ex docente della ragazza di Morbio Inferiore che, essendo sprovvista di documenti, vive con la paura di un rimpatrio: «Vogliamo fare di tutto per aiutarla, non ha nulla di diverso da noi»

  • 3

    Non demordono i promotori del resort di lusso al Monte Brè

    Locarno

    La Aedartis AG intende proseguire con la procedura per la pubblicazione del progetto alberghiero-residenziale – Ma, vista la Zona di pianificazione istituita dalle autorità cittadine, è praticamente già certo che la licenza edilizia sarà negata

  • 4

    Scuola a distanza, un «sore» su quattro poco sereno

    Educazione

    I risultati di un sondaggio effettuato tra i docenti del Liceo di Bellinzona durante il lockdown: esperienza tutto sommato positiva per la maggioranza, ma c’è chi non l’ha vissuta bene - Il 50% non accetterebbe di continuare con le stesse modalità in caso di altre crisi sanitarie, preoccupa la questione delle valutazioni - Tra gli aspetti positivi la buona collaborazione degli allievi

  • 5
  • 1
  • 1