«Il virus in alcuni lascia dei danni ma un buon recupero è possibile»

l’intervista

Lo pneumologo Bruno Naccini - che partecipa a uno studio sul piano nazionale - spiega quali conseguenze possono avere i pazienti a mesi di distanza dalla fase acuta della COVID-19

«Il virus in alcuni lascia dei danni ma un buon recupero è possibile»
Il dottor Naccini mostra i polmoni di un paziente affetto da COVID-19: le zone più colpite dal virus sono opache come un vetro smerigliato. © CDT/CHIARA ZOCCHETTI

«Il virus in alcuni lascia dei danni ma un buon recupero è possibile»

Il dottor Naccini mostra i polmoni di un paziente affetto da COVID-19: le zone più colpite dal virus sono opache come un vetro smerigliato. © CDT/CHIARA ZOCCHETTI

Siamo nel pieno della seconda ondata della pandemia da COVID-19, ma gli specialisti si stanno ancora occupando di pazienti che dal virus SARS-CoV-2 erano stati colpiti nel corso della prima. Sono persone che dopo aver superato la fase acuta della malattia e aver lasciato l’ospedale hanno avuto comunque a che fare con problemi di varia natura. Ma quali sono tali conseguenze? A spiegarlo è uno degli specialisti che in Ticino sono attivi sul fronte più avanzato della COVID-19.

Un gruppo di questi contagiati è stato preso in considerazione per un importante studio multicentrico e di respiro nazionale che è partito dall’Inselspital di Berna. Per il Ticino è coordinato dal dottor Christian Garzoni, infettivologo attivo alla Clinica Luganese Moncucco, e fra i ricercatori vede impegnato anche il suo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    «Dati contraddittori, serve un approfondimento»

    Lavoro

    Stefano Rizzi, direttore della Divisione dell’economia, sugli occupati in Ticino: «Difficile dare un’interpretazione» – Nel quarto trimestre il numero di posti nel cantone è diminuito del 4,4% mentre i lavoratori residenti all’estero su base annua sono aumentati dello 0,8% a 70.115 – Il trend diverso è in parte spiegabile con le differenti metodologie di calcolo delle statistiche

  • 3

    Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

    Novazzano

    Si completa la rete di piste ciclopedonali che collega il comune ai due poli del Mendrisiotto – In pubblicazione il concorso per il progetto dal centro paese al Pian Faloppia - In luglio inizieranno i lavori per il percorso via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina

  • 4

    «I castelli sono una gemma, e non chiamateli “Fortezza”»

    Bellinzona

    Commissione della Gestione compatta per la valorizzazione del patrimonio Unesco, la denominazione scelta però non convince - Promosso anche il Programma d’azione comunale che ridisegna il territorio da qui al 2040: «Mette i quartieri sullo stesso piano»

  • 5
  • 1
  • 1