Immersione nell’italianità per gli apprendisti

Bellinzona

Dal 23 al 27 settembre il Centro sportivo G+S ospiterà la prima settimana di sensibilizzazione alla lingua e alla cultura della Svizzera italiana per gli apprendisti della Confederazione

Immersione nell’italianità per gli apprendisti
© CdT/Archivio

Immersione nell’italianità per gli apprendisti

© CdT/Archivio

Dal 23 al 27 settembre 2019 il Centro sportivo G+S di Bellinzona ospiterà la prima settimana di sensibilizzazione alla lingua e alla cultura della Svizzera italiana per gli apprendisti della Confederazione, nell’ambito di un progetto pilota concepito e coordinato dalla Delegata federale al plurilinguismo. Grazie ad un proficuo partenariato tra la Confederazione e il Canton Ticino, un centinaio di apprendisti del Dipartimento federale di giustizia e polizia, insieme ai loro responsabili, potranno partecipare alla nuova iniziativa e seguire il programma pilota.

«Gli scambi linguistici sono un efficace strumento di sensibilizzazione sul piano istituzionale, partecipativo e linguistico», si legge in una nota odierna del Cantone in cui si spiega l’iniziativa. In tal senso, il progetto «Immersione nell’italianità per gli apprendisti della Confederazione» rappresenta quindi una misura concreta per attuare la Legge sulle Lingue (LLing) e l’Ordinanza sulle Lingue (OLing).

L’iniziativa, organizzata secondo il modello ticinese di «ITALIANDO» e di progetti analoghi realizzati da altri Cantoni, mira a sensibilizzare gli apprendisti della Confederazione e i loro responsabili sull’importanza dell’impegno personale e istituzionale nel sostenere le minoranze linguistiche e nel promuovere il plurilinguismo.

Il programma della settimana permetterà di sensibilizzare gli apprendisti della Confederazione e i loro responsabili alla lingua e alla cultura della Svizzera italiana, avvicinandoli all’apprendimento della nostra lingua, mettendo inoltre l’accento sulle fitte relazioni esistenti tra la Confederazione e il Canton Ticino, presentando ai partecipanti i molteplici servizi della Confederazione a sud delle Alpi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    «I nostri sbagli mi hanno fatto incavolare»

    AMIANTO

    Nell’affollata serata pubblica sui decessi alle Officine FFS di Bellinzona è intervenuto anche il direttore dell’agenzia cittadina della SUVA Roberto Dotti - Hanno preso la parola pure degli ex operai: «Tagliavo le carrozze e la sostanza cadeva letteralmente a terra»

  • 2

    L’economia per competere punta sulla tecnologia 5G

    Telefonia

    L’importanza dei nuovi impianti è stata evidenziata in una conferenza a Lugano organizzata dalla Swisscom in collaborazione con l’Associazione industrie ticinesi (AITI) e la Camera di commercio (CC-Ti)

  • 3
  • 4

    Preonzo, un disastro da sistemare

    Ambiente

    Cantone e Città di Bellinzona concordi sulla Petrolchimica: il risanamento del sito inquinato è prioritario - Sostanze nocive nel suolo dell’ex raffineria, per le acque sotterranee il rischio è rilevante benché sotto controllo - Indagine dettagliata per determinare l’origine esatta con anche l’obiettivo (complicato) di far pagare i responsabili

  • 5

    Morto tra le fiamme, aveva 49 anni

    Tragedia

    Al vaglio degli inquirenti la dinamica dell’incendio scoppiato ieri in un magazzino di vernici a Bedano - La vittima abitava a Cadro, dove era benvoluto - Lascia la moglie e due figli

  • 1
  • 1