Impiegato rubava soldi alla sua ditta

Quarantenne luganese sarà processato alle Criminali - La somma in gioco: 390 mila franchi

LUGANO - Un dipendente aziendale di quarant'anni domiciliato nel Luganese, fra il 2010 e il 2014, avrebbe sottratto alla ditta per la quale lavorava, una somma di circa 390 mila franchi, colpendo in almeno 150 occasioni. Il Ministero pubblico, in una nota informativa, riferisce che l'uomo è sospettato di aver commesso i reati di abuso di impianto per l'elaborazione di dati aggravato (per mestiere) e ripetuta falsità  in documenti. La procuratrice  pubblica Fiorenza Bergomi, cui è affidato l'incarto, lo ha rinviato a giudizio dinnanzi alla Corte delle Assise criminali di Lugano.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1