In piazza contro il taglio delle rendite

cassa pensioni

Si è svolta oggi in Piazza Governo a Bellinzona la manifestazione organizzata dalla VPOD per protestare contro la riduzione delle pensioni e contro la riduzione dei salari netti per i 16.000 dipendenti affiliati all’IPCT

In piazza contro il taglio delle rendite

In piazza contro il taglio delle rendite

In piazza contro il taglio delle rendite

In piazza contro il taglio delle rendite

In piazza contro il taglio delle rendite
© CdT/Gabriele Putzu

In piazza contro il taglio delle rendite

© CdT/Gabriele Putzu

«L’azione sindacale non termina qui. L’unione fa la forza». Si è svolta oggi in Piazza Governo a Bellinzona la manifestazione, organizzata dalla VPOD e a cui hanno preso parte circa 150 persone, per protestare contro la riduzione delle pensioni e contro la riduzione dei salari netti per i 16.000 dipendenti affiliati all’Istituto di previdenza del Canton Ticino (IPCT). L’istituto, come noto, non naviga in buone acque finanziarie e per questo è in previsione un taglio delle rendite degli assicurati e non va dimenticata la richiesta al Governo di coprire un «buco» da mezzo miliardo di franchi. Nel suo intervento, Raoul Ghisletta, segretario della VPOD, ha denunciato il fatto che un taglio del 20% dal 2021 delle pensioni , sommato a quello del 20% avvenuto nel 2013, porterà ad una svalutazione delle pensioni del 40% sull’arco di 10 anni, se non si adotteranno robuste contromisure. «Un taglio del 40% è una cifra insostenibile e un massacro sociale inaccettabile». Ghisletta ha chiesto al Parlamento e al Governo «di aprire subito un tavolo di negoziazione per costruire un piano di compensazione. Questo lo si può fare unicamente e solamente se il Parlamento approverà nel 2022 un aumento dei contributi versati all’IPCT, che accrescano del 20% il capitale di ogni assicurato giovane, in modo da neutralizzare il taglio delle pensioni che il Consiglio d’amministrazione IPCT deve adottare». Un invito, quello di Ghisletta, ribadito con forza anche dal Comitato VPOD impiegati Stato, dal Comitato VPOD docenti e dal gruppo VPOD Polizia. I relatori si sono infine rivolti ai presenti, invitandoli a portare avanti un’azione sindacale compatta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Continuità e stabilità per le scuole comunali

    Locarno

    Il Municipio spiega i motivi che l’hanno spinto a conferire un mandato per l’anno in corso alla direttrice, sebbene abbia raggiunto l’età della pensione – Molti i cambiamenti in atto in un periodo reso ancor più complicato dalla pandemia

  • 2

    Salario e CCL, soluzione cercasi

    Gran Consiglio

    Il plenum ha discusso per quasi tre ore del «caso TiSin» - Si è aperto qualche spiraglio per una modifica della legge - Christian Vitta invita alla prudenza e chiede di non giungere a conclusioni affrettate

  • 3

    Le sigarette dovranno rimanere spente nei parchi giochi

    IL CASO

    Bellinzona, via libera del Consiglio comunale al divieto con l’obiettivo di tutelare la salute dei bambini e dare un segnale forte nella prevenzione del tabagismo - Si potrà invece continuare a fumare alle fermate dei bus

  • 4

    Che casino: ma alla fine è tutto OK

    ISTITUZIONI

    Bellinzona, il Legislativo approva i consuntivi 2020 dei cinque enti autonomi comunali nonostante i dubbi della destra e del Movimento per il socialismo - L’ex sindaco Brenno Martignoni Polti: «Mettiamo a disposizione gli spazi dei musei agli artisti indipendenti» - Giuseppe Sergi: «Siamo contrari ai contratti di prestazione» - E su Carasc il capogruppo leghista Luca Madonna, dopo essere intervenuto, è invitato a lasciare la sala

  • 5
  • 1
  • 1