In Ticino arriva un giro d’Italia... stellato

enogastronomia

Dal Lago di Garda alla Sicilia, passando per Emilia Romagna, Toscana, Lazio e tante altre regioni italiane: il Grand Opening della nuova edizione di S. Pellegrino Sapori Ticino sarà lunedì 4 ottobre presso l’Hotel Splendide Royal di Lugano

In Ticino arriva un giro d’Italia... stellato
© S. Pellegrino Sapori Ticino

In Ticino arriva un giro d’Italia... stellato

© S. Pellegrino Sapori Ticino

Dal Lago di Garda alla Sicilia, passando per Emilia Romagna, Toscana, Lazio e tante altre regioni italiane. 10 tappe esclusive riservate ai migliori interpreti della specialità. E un pubblico che da un anno non vede l’ora di assistere da vicino alle imprese dei propri beniamini. No, non stiamo parlando del Giro d’Italia. O meglio, non è quel giro, bensì uno più «stellato». Perché qui al posto dei ciclisti ci sono grandi chef e le imprese più che sportive sono... gastronomiche. Stiamo parlando della nuova edizione di S. Pellegrino Sapori Ticino, uno dei festival enogastronomici più importanti d’Europa.

La manifestazione, giunta al suo quindicesimo anno di vita, avrà appunto come tema «Il Ticino incontra le Regioni italiane» che, secondo il suo patron Dany Stauffacher, ha una valenza davvero importante. «Abbiamo organizzato una sorta di viaggio virtuale volto all’interscambio turistico e culturale fra il nostro territorio e quello italiano. – spiega Stauffacher - Il Ticino, da sempre, si contraddistingue come il Cantone dell’accoglienza e della collaborazione e riuscire a mettere in rete realtà così diverse potrà solo portare benefici al nostro territorio e darci la possibilità di promuoverlo ancora di più».

Continua il deus ex machina della rassegna: «Con la scelta di questo tema desidero assolutamente proporre un evento unico dedicato all’Italia e alle sue regioni che, dal mio punto di vista, racchiudono la migliore cucina al mondo, ma soprattutto mostrare come nell’enogastronomia moderna è fondamentale mettere all’interno dei piatti il proprio territorio, valorizzandolo e facendosi ambasciatori della cultura del luogo».

Durante la cerimonia di presentazione, tenutasi ieri mattina alla tenuta Castello Morcote, sono stati svelati i protagonisti di questa edizione italiana di S. Pellegrino Sapori Ticino. E gli amanti dell’alta gastronomia avranno certamente motivo di leccarsi i baffi: tutti gli chef d’oltreconfine invitati per le serate ufficiali vantano infatti almeno due stelle Michelin. Facendo una rapida somma, significa che tra loro e gli chef ticinesi chiamati a ospitare le 10 cene della manifestazione nelle cucine dei loro ristoranti ci saranno ben 26 stelle della più nota guida gastronomica al mondo; senza contare le serate speciali che vedranno altri stellati ai fornelli tra cui Isa Mazzocchi, recentemente insignita del premio di migliore chef donna italiana, la quale sarà protagonista un evento dedicato al buon cibo e all’aiuto all’associazione «Anna dai capelli corti», che offre sostegno alle donne che devono affrontare la difficile sfida del tumore al seno.

La sinergia tra gli chef locali e quelli internazionali è da sempre uno dei punti di forza di S. Pellegrino Sapori Ticino: oltre a dare lustro e visibilità alle realtà gastronomiche ticinesi, rappresenta anche uno scambio culturale e professionale tra colleghi che negli anni ha portato i suoi effetti, migliorando tutto il settore della ristorazione cantonale. E i recenti successi degli chef nostrani nella guida Michelin, così come in quella di GaultMillau, ne sono la prova tangibile.

Come ogni anno il festival avrà anche delle serate promozionali oltre Gottardo dedicate al Ticino, nelle strutture di alcuni membri del gruppo Swiss Deluxe Hotels, l’associazione che riunisce 39 fra i migliori e più esclusivi Hotel 5 stelle della Svizzera, dove affiatati gruppi di top chef ticinesi porteranno il loro estro culinario al servizio della promozione del Cantone: lunedì 15 novembre presso il Widder Hotel di Zurigo, domenica 21 novembre presso lo Schweizerhof Bern & Spadi Berna e lunedì 22 novembre al Lausanne Palace di Losanna.

In Ticino il Grand Opening sarà lunedì 4 ottobre presso l’Hotel Splendide Royal di Lugano dedicato agli Chef di Swiss Deluxe Hotels: ospiti di Domenico Ruberto quest’annosaranno gli Chef Heinz Rufibach (Grand Hotel Zermatterhof) Luigi Lafranco (Riffelalp Resort 2222MZermatt) e Marco Ortolani (La Réserve Eden au Lac Zürich). La rassegna si chiuderà domenica 14 novembre ancora all’Hotel Splendide Royal dove il sigillo alla manifestazione verrà messo da alcuni degli chef ticinesi più talentuosi. Per maggiori informazioni sull’evento e sugli ospiti della 15sima edizione di S. Pellegrino Sapori Ticino potete consultare il sito www.sanpellegrinosaporiticino.ch.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Sul 5G il Ticino non cambia

    Gran Consiglio

    La maggioranza del plenum ha optato per lo «statu quo», bocciando sia le proposte che chiedevano più cautela, sia quelle domandavano tempi più rapidi per la posa delle antenne

  • 2

    «Via i livelli dalla terza media»

    Educazione

    La Divisione della scuola e la Sezione dell’insegnamento medio del DECS hanno messo in consultazione una proposta operativa di superamento dei corsi A e B - Si punta su alcune ore di laboratorio a metà classi - Tempi ritenuti non ancora maturi per intervenire sul quarto anno

  • 3
  • 4

    Rustici, si punta sull’affitto

    Valle di Blenio

    Un marchio dedicato, una piattaforma online rinnovata, un kit di benvenuto e un contributo finanziario fino a 2.000 franchi per convincere i proprietari ad aderire al progetto lanciato dall’OTR e all’Ente regionale di sviluppo con l’obiettivo di incrementare l’offerta di posti letto

  • 5

    Permesso B, cade il «centro degli interessi»

    PERMESSI

    Le recenti sentenze del Tribunale federale superano i parametri messi in atto dalla Sezione della popolazione e dall’Ufficio della migrazione, che vengono quindi adattati – Il mantenimento di un permesso presuppone un minimo di presenza sul territorio svizzero, stabilito con la notifica di partenza o un soggiorno all’estero di sei mesi»

  • 1
  • 1