In Ticino e Grigioni gli alberghi alzano i prezzi

turismo

Rispetto alla scorsa estate i pernottamenti sono rispettivamente del 5% e del 4% più cari, stando a una valutazione dell’operatore Switzerland Travel Centre

In Ticino e Grigioni gli alberghi alzano i prezzi
© CdT/Zocchetti

In Ticino e Grigioni gli alberghi alzano i prezzi

© CdT/Zocchetti

Aumentano i prezzi in Ticino e nei Grigioni per le camere d’albergo nella stagione estiva: rispetto alla scorsa estate i pernottamenti sono rispettivamente del 5% e del 4% più cari. La tendenza è però limitata solo a queste regioni: nell’Oberland bernese e in Vallese si è assistito a un crollo tra il 18% e il 20%.

È quanto scrive oggi il domenicale svizzerotedesco «NZZ am Sonntag», basandosi su una valutazione dell’operatore Switzerland Travel Centre.

I Grigioni e il Ticino sono tra le mete preferite dei turisti elvetici e le restrizioni legate ai viaggi all’estero a causa del coronavirus hanno fatto lievitare la domanda interna.

Ciò significa anche buoni affari per le regioni di montagna. «Abbiamo recuperato le perdite della primavera», sostiene Kurt Baumgartner, albergatore di Scuol (GR), citato dal domenicale.

C’è invece più preoccupazione per quanto riguarda gli hotel delle varie città elvetiche.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    «A prendere l’iniziativa è stata la ragazza»

    processo

    Processo d’appello per un cittadino balcanico sulla trentina, in primo grado condannato a 4 anni di carcere per violenza carnale su una minorenne - La giovane afferma invece di aver chiesto all’uomo di fermarsi

  • 2

    Leggero calo dei frontalieri nel secondo trimestre

    i dati

    A fine giugno nel nostro cantone si registravano 67.311 lavoratori con permesso G - Un dato in diminuzione dello 0,8% rispetto allo scorso trimestre ma in aumento dell’1,8% su base annua - L’UST: «Dati influenzati dal coronavirus»

  • 3

    «Ci negano il lavoro ridotto, per noi è una vera mazzata»

    il caso

    Il Cantone dice no alla richiesta della Clinica Santa Chiara di Locarno perché «era chiamata a tenere a disposizione tutte le risorse» – Daniela Soldati è pronta a dare battaglia: «Intanto lo Stato corrisponderà all’EOC le perdite cumulate, come al solito due pesi e due misure»

  • 4

    Al via la partita di tetris per sistemare il Pretorio

    Locarno

    Sono a buon punto i lavori per il trasferimento della Corte d’appello e revisione penale e delle due Preture in piazza Grande – Nel frattempo liberati anche gli spazi alla Ferriera dove Il Centro professionale commerciale lascerà posto alla Polizia cantonale

  • 5

    Occhio al sipario quando sul palco sale anche il coronavirus

    BELLINZONA

    A causa della pandemia la stagione in corso al teatro Sociale è stata interrotta a 2/3 del programma - Molte le incognite sulla prossima: gli spettatori dovrebbero calare da una media di 191 a spettacolo a circa 150 - Ma c’è anche lo scenario peggiore

  • 1
  • 1