L’influenza sta tornando

salute

Grazie alle misure di protezione e di distanziamento messe in campo contro la pandemia da coronavirus, sembrava essere sparita - Giorgio Merlani: «Probabilmente farà la sua ricomparsa, ma forse in modo meno pesante di prima» - L’appello, per le persone fragili, è a vaccinarsi

L’influenza sta tornando
© Shutterstock

L’influenza sta tornando

© Shutterstock

Sembrava sparita, soppiantata dalla COVID-19. Invece, l’influenza stagionale sta tornando. «Le misure di distanziamento e di protezione erano talmente restrittive per il timore dei contagi da coronavirus che gli altri virus respiratori, meno contagiosi del SARS-CoV-2, non avevano alcuna possibilità di passare da una persona all’altra. Lo scorso anno, quindi, l’influenza stagionale non è circolata», spiega il medico cantonale Giorgio Merlani.

Prova ne è che a livello mondiale i casi di influenza sono stati pochi. Niente a che vedere con quanto accadeva prima della pandemia. Nella sola Europa, l’influenza normalmente causa tra i 4 e i 50 milioni di casi con sintomi, e si stima che porti alla morte di 15 mila-70 mila persone.

«Quest’anno, invece, le misure di distanziamento e di igiene sono alleggerite....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    «Prendiamoci la gestione del bacino svizzero»

    Verbano

    Una mozione del consigliere nazionale Bruno Storni e cofirmatari chiede a Berna di disdire la convenzione internazionale e avviare le trattative per un servizio in mani elvetiche – Da decenni l’offerta perde di qualità e non raggiunge più gli standard di una regione turistica

  • 4

    Fuggi dalla prigione, ma è un videogioco

    La novità

    Niente auto, niente telefonini, un paesaggio irriconoscibile... Con la realtà virtuale si viaggia indietro nel tempo per scoprire segreti e storie del Castello di Locarno — Ecco i retroscena (e le persone) del progetto che ha vinto gli Swiss Game Awards

  • 5

    Braccialetto elettronico, si prova la sorveglianza attiva

    giustizia

    Da gennaio si parte con il monitoraggio passivo per gli autori di violenza domestica e stalking in ambito civile – Frida Andreotti: «Ripetute violazioni delle ordinanze restrittive possono avere conseguenze gravi» – Il Ticino vuole andare oltre e avvierà un progetto pilota sul piano penale

  • 1
  • 1