Rapporti istituzionali

L’iniziativa «Per Comuni forti e vicini al cittadino» ha sfondato

Sono 64 le sottoscrizioni degli enti locali consegnate alla Cancelleria del Governo - Per portare il tema in Gran Consiglio bastava il sostegno di 23 Comuni

L’iniziativa «Per Comuni forti e vicini al cittadino» ha sfondato
Da sinistra, Roberto Lurati (sindaco Canobbio), Giovanni Cossi (sindaco Vernate), Angelo Geninazzi (sindaco Melide). (Foto Pedrazzini)

L’iniziativa «Per Comuni forti e vicini al cittadino» ha sfondato

Da sinistra, Roberto Lurati (sindaco Canobbio), Giovanni Cossi (sindaco Vernate), Angelo Geninazzi (sindaco Melide). (Foto Pedrazzini)

L’iniziativa «Per Comuni forti e vicini al cittadino» ha sfondato
(Foto Pedrazzini)

L’iniziativa «Per Comuni forti e vicini al cittadino» ha sfondato

(Foto Pedrazzini)

BELLINZONA - Sono 64 i Comuni ad aver sottoscritto l’iniziativa lanciata in autunno «Per Comuni forti e vicini al cittadino». Il testo - promosso da Canobbio, Melide e Vernate - chiede di modificare il decreto legislativo concernente la partecipazione dei Comuni al finanziamento dei compiti cantonali. Nel dettaglio, si propone di stralciare il riferimento a un contributo comunale di 25 milioni di franchi, prevedendone uno «di 13,13 milioni annui per l’insieme dei Comuni». Perché il tema potesse approdare in Parlamento, era necessaria la sottoscrizione di almeno 23 Comuni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Ticino
  • 1