La bocciatura di cinque procuratori allarma la politica

giustizia

Il preavviso negativo del Consiglio della Magistratura rilancia il dibattito sulla situazione del Ministero pubblico - Ivo Durisch: «I problemi avrebbero dovuto emergere prima» - Sergio Morisoli: «È la punta dell’iceberg» - Non fa breccia la proposta di istituire un periodo di prova per i magistrati

La bocciatura di cinque procuratori allarma la politica
©CdT/Chiara Zocchetti

La bocciatura di cinque procuratori allarma la politica

©CdT/Chiara Zocchetti

Giorno più, giorno meno, per un curioso caso del destino sono passati esattamente ventitré anni dallo scossone che investì la giustizia ticinese in occasione del rinnovo delle cariche dei magistrati. La storia, ora, si ripete e quello degli scorsi giorni non è stato uno scossone da poco: il Consiglio della magistratura ha dato preavviso negativo alla rielezione di ben cinque procuratori pubblici uscenti su 21 (compreso il pg Andrea Pagani). La palla passa ora nel campo della politica. L’iter prevede che, ricevuto il preavviso dell’organo di vigilanza, la palla passi ora nel campo della Commissione giustizia e diritti. Presentato il relativo rapporto, la decisione finale spetterà infine al Gran Consiglio.

Dal 2021 al 2030

Quel che è certo è che la questione va affrontata in tempi relativamente...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Il PLR stigmatizza «l’assalto alla diligenza»

    finanze pubbliche

    Per i liberali radicali, «se negli ultimi anni si fosse evitato l’assalto alla diligenza lanciato appena i bilanci pubblici volgevano al positivo, ci ritroveremmo in una situazione certamente migliore di quella presentata in questi giorni»

  • 2

    Magistratura, il Governo vuole essere coinvolto

    il caso

    Il Consiglio di Stato ha scritto all’Ufficio presidenziale del Gran Consiglio auspicando un ruolo più attivo – Lo scritto è stato trasmesso alla Commissione giustizia e diritti, che lunedì incontrerà il giudice Werner Walser

  • 3

    Tira aria di disdetta dal contratto cantonale

    edilizia

    Gli impresari costruttori ticinesi stanno valutando l’ipotesi di abbandonare il CCL cantonale per affidarsi al Contratto nazionale mantello - Dubbi sulla lotta alla concorrenza sleale sul territorio - Braccio di ferro con i sindacati, UNIA presenta ricorso al Tribunale federale

  • 4
  • 5

    Ecco i controlli radar in Ticino

    prevenzione

    La polizia ha diramato la lista delle località in cui saranno effettuati rilevamenti della velocità la prossima settimana

  • 1
  • 1