La dose di richiamo si avvicina

Pandemia

Dovrebbe arrivare a breve il via libera di Swissmedic, poi toccherà alle autorità stabilire a chi andrà fatta la somministrazione - Zanini: «Probabilmente si partirà con le case per anziani e non si scenderà sotto i 65 anni» - De Rosa: «Speriamo di avere indicazioni velocemente»

La dose di richiamo si avvicina
© CdT/ Chiara Zocchetti

La dose di richiamo si avvicina

© CdT/ Chiara Zocchetti

Anche in Svizzera dovrebbe arrivare presto il via libera per la vaccinazione di richiamo. Una dose «booster» che, almeno in un primo momento, dovrebbe essere inoculata alle persone più anziane. A inizio settembre, Pfizer e Moderna hanno presentato a Swissmedic la domanda di omologazione per la somministrazione della dose di richiamo. Ora, l’analisi condotta dall’autorità svizzera di omologazione e controllo dei medicamenti sarebbe alle battute finali e, secondo il «Blick», mancherebbe poco all’approvazione finale. «Non si sa ancora se e per chi potrebbe essere necessaria una vaccinazione di richiamo», commenta da noi contattato l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). «Per il momento, probabilmente solo per piccoli gruppi a rischio come gli anziani, che sono particolarmente a rischio»....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Livelli, dopo la delusione si pensa alle urne

    Scuola

    All’indomani della bocciatura in Parlamento, la VPOD ha pronta un’iniziativa popolare per abolire i corsi A e B - Il testo sarà discusso lunedì sera durante una riunione - Anche il PS proporrà una consultazione interna

  • 2

    La cassa nera dei doganieri

    Giustizia militare

    Iniziato il processo a carico dell’ex comandante delle Guardie di confine Mauro Antonini e dell’ex capo dello Stato maggiore - Sono accusati di aver creato e alimentato per circa settemila franchi sull’arco di un decennio un fondo a disposizione del comando all’insaputa di Berna

  • 3
  • 4
  • 5

    Marco Noi lascia il Legislativo

    ISTITUZIONI

    Bellinzona, il consigliere comunale del gruppo Verdi-FA-MPS-POP si è dimesso per «ragioni d’ordine personale» - La prima subentrante è Lorenza Giorla

  • 1
  • 1