La formazione fino ai diciotto anni è realtà

gran consiglio

Luce verde dal Parlamento al progetto «Obiettivo 95%», che punta a implementare la quota di ragazzi in possesso di un diploma secondario – Lo Stato aumenterà i posti di apprendistato

La formazione fino ai diciotto anni è realtà
©CdT/Archivio

La formazione fino ai diciotto anni è realtà

©CdT/Archivio

Dopo il via libera alla rivoluzione per il trasporto pubblico, il Gran Consiglio ha apportato un profondo cambiamento al sistema scolastico e ticinese. Il plenum ha accolto a larghissima maggioranza il progetto «Obiettivo 95%», che vuole garantire un livello di studio secondario al 95% ai giovani entro i 25 anni e prevede una modifica della Legge della scuola con l’introduzione dell’obbligo formativo fino alla maggiore età. Questo per cercare di recuperare i 350 giovani che ogni anno «escono dai radar» del sistema formativo.

Sostegno unanime

Con 81 voti favorevoli, zero contrari e un’astensione il plenum ha accolto le conclusioni del rapporto della Commissione formazione e cultura redatto da Anna Biscossa (PS). L’obiettivo a medio-lungo termine del progetto, proposto dal DECS e concretizzato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Rissa a Locarno, arrestati due 24.enni

    polizia

    I fatti, segnalano il Ministero pubblico e la Polizia cantonale, sono avvenuti lo scorso 3 luglio in centro città - Le principali ipotesi di reato per i due, uno svizzero e un croato, sono quelle di lesioni gravi, subordinatamente semplici, aggressione, rissa e vie di fatto

  • 2

    Accoltellamento alla Manor, chiesta assistenza agli USA

    Lugano

    Gli inquirenti sono vicini alla conclusione delle indagini ma attendono i risultati della rogatoria avviata negli Stati Uniti per ottenere l’accesso al profilo Facebook dell’imputata - La difesa contesta l’accusa di tentato assassinio e la matrice jihadista

  • 3

    Malumore tra le bancarelle spostate ai giardini Pioda

    Locarno

    Gli ambulanti che animano il mercato di piazza Grande lamentano la scelta di trasferirli, durante il Festival, in un’area ridotta che impone l’uso di piccoli tavoli – Il municipale Bruno Buzzini: «Un sacrificio necessario, ma con la riqualificazione del centro avranno tutto lo spazio occorrente»

  • 4

    Il rilancio del Paese secondo i partiti, tra lavoro, formazione e sostenibilità

    cantone

    Le ricette della politica per uscire dalla crisi – Alessandra Gianella: «Il Ticino diventi polo di ricerca nazionale» – Ivo Durisch: «La parola chiave è “inclusione“» – Sabrina Aldi: «Priorità all’occupazione dei residenti» – Maurizio Agustoni: «Dobbiamo diventare attrattivi per lavoratori e famiglie»

  • 5
  • 1
  • 1