La sanità ticinese accoglie positivamente le misure ma non mancano le critiche

Le reazioni

Franco Denti, presidente dell’Ordine dei medici: «Le decisioni sono tardive, ora però c’è maggiore ottimismo per il futuro»

La sanità ticinese accoglie positivamente le misure ma non mancano le critiche
© CdT/Gabriele Putzu

La sanità ticinese accoglie positivamente le misure ma non mancano le critiche

© CdT/Gabriele Putzu

Il mondo sanitario ticinese ha accolto positivamente le nuove restrizioni imposte dal Consiglio federale. Della serie: era ora. I numerosi appelli dei medici degli scorsi giorni sono dunque stati ascoltati. All’orizzonte, tuttavia, preoccupano le varianti del virus. Varianti molto più contagiose, e dunque pericolose per l’impatto che potrebbero avere sulle strutture ospedaliere, da mesi al limite in termini di letti e personale. «Spiace solo che Berna sia intervenuta tardivamente rispetto ad altri Paesi» commenta Franco Denti, presidente dell’Ordine dei medici del cantone. «È quindi un momento triste per la Svizzera e per il nostro cantone. Pensavamo di essere diversi dagli altri, e invece il coronavirus ci ha presentato il conto. Ricordo che la Germania ha imposto un lockdown simile al nostro...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Coronavirus
  • 2 Giona Carcano
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1