«La situazione finanziaria non si risolverà da sola»

L’intervista

Le difficoltà finanziarie dei cittadini, delle imprese e del Cantone dopo la pandemia - Ne parliamo a ruota libera con il direttore del DFE Christian Vitta

«La situazione finanziaria non si risolverà da sola»
Christian Vitta dirige il Dipartimento delle finanze e dell’economia dal 2015. ©CdT/Chiara Zocchetti

«La situazione finanziaria non si risolverà da sola»

Christian Vitta dirige il Dipartimento delle finanze e dell’economia dal 2015. ©CdT/Chiara Zocchetti

Christian Vitta, a giorni il Consiglio di Stato presenterà il Consuntivo 2020, un anno che, complice la pandemia, al posto del timido avanzo di 4,1 milioni di franchi previsto, farà testo di un primo profondo rosso che rischia di aprire una nuova serie. Questa realtà dell’anno alle spalle genera inquietudine?

«Il 2020 sarà un anno straordinario in quanto la pandemia, che ha colpito in maniera repentina e inaspettata il nostro Paese, lascerà dei segni anche dal profilo finanziario. Rispetto a un preventivo che prevedeva un leggero avanzo d’esercizio chiuderemo i conti in rosso con una perdita che sarà un po’ sotto i 200 milioni di franchi. Lo sguardo deve ora essere rivolto ai prossimi anni: dobbiamo essere realisti e consapevoli nel constatare che la situazione finanziaria non si risolverà da...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    Bertoli: «Berna è stata coerente: prima le vaccinazioni, poi le aperture»

    nuovi allentamenti

    Il presidente del Consiglio di Stato accoglie con soddisfazione le nuove misure di alleggerimento annunciate dal Consiglio federale e sottolinea la necessità di continuare a porre l’accento sulle vaccinazioni: «Procedere in questo modo permette di non fare il passo più lungo della gamba e al contempo fornire una prospettiva a tutta la società»

  • 3

    «Da una parte si apre, dall’altra rimane il telelavoro»

    Pandemia

    Il direttore della Camera di commercio Luca Albertoni esprime dubbi sulle misure messe in consultazione dal Consiglio federale: «Poche aziende fanno i test regolari, dunque rimarrà l’obbligo di smart working: ora si guarda ai vaccini»

  • 4

    «Ogni giorno conta: non prolunghiamo l’agonia dei ristoranti»

    La reazione

    Il presidente di GastroTicino Massimo Suter commenta le decisioni del Consiglio federale in merito alla riapertura dei locali interni dei ristoranti a fine maggio: «Perché non già a Pentecoste?» - Posizione simile quella di GastroSuisse, che esprime comunque «sollievo» per la notizia

  • 5

    Trasportava troppa panna, multato un camionista

    Ticino

    Il veicolo era transitato dal San Gottardo con 19 tonnellate di bombolette aerosol contenenti panna alimentare, ma la quantità massima ammessa per transitare con questo tipo di merce nella galleria è di 8 tonnellate

  • 1
  • 1