La spesa in Italia preoccupa

pandemia

La Lombardia torna gialla, ma chi vuole varcare il confine per fare acquisti o riabbracciare i parenti dovrà presentare un tampone negativo - Gli allentamenti del governo italiano potrebbero spingere il Consiglio di Stato a chiedere a Berna delle contromisure

La spesa in Italia preoccupa
© CdT/Gabriele Putzu

La spesa in Italia preoccupa

© CdT/Gabriele Putzu

Dopo le polemiche per gli errori nei dati e il conseguente passaggio alla zona arancione, la Lombardia da oggi torna a colorarsi di giallo e qualcosa cambierà anche per i ticinesi che vorranno passare il confine. L’ultima volta di una Lombardia gialla era stata la due giorni del 7 e 8 gennaio, ma in quel caso si era trattato di un «giallo rafforzato». Ora, invece, è un vero e proprio allentamento che permetterà ai cittadini lombardi di spostarsi liberamente all’interno della regione, così come di tornare a pranzare al ristorante o di bere un caffè al bar. L’autocertificazione rimarrà necessaria soltanto per chi si muove tra le 22 e le 5, mentre non servirà più durante il giorno. I bar e i ristoranti torneranno ad accogliere i clienti fino a un massimo di quattro persone per tavolo e non oltre...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    «Prendiamoci la gestione del bacino svizzero»

    Verbano

    Una mozione del consigliere nazionale Bruno Storni e cofirmatari chiede a Berna di disdire la convenzione internazionale e avviare le trattative per un servizio in mani elvetiche – Da decenni l’offerta perde di qualità e non raggiunge più gli standard di una regione turistica

  • 4

    Fuggi dalla prigione, ma è un videogioco

    La novità

    Niente auto, niente telefonini, un paesaggio irriconoscibile... Con la realtà virtuale si viaggia indietro nel tempo per scoprire segreti e storie del Castello di Locarno — Ecco i retroscena (e le persone) del progetto che ha vinto gli Swiss Game Awards

  • 5

    Braccialetto elettronico, si prova la sorveglianza attiva

    giustizia

    Da gennaio si parte con il monitoraggio passivo per gli autori di violenza domestica e stalking in ambito civile – Frida Andreotti: «Ripetute violazioni delle ordinanze restrittive possono avere conseguenze gravi» – Il Ticino vuole andare oltre e avvierà un progetto pilota sul piano penale

  • 1
  • 1